Cronaca Via Trepuzzi

Mistero a Novoli: a distanza di un anno a fuoco altro furgone della ditta

L'incendio, nella notte, ai danni del mezzo di una società specializzata in service. A Cutrofiano distrutta una Punto per cortocircuito

Foto di repertorio

NOVOLI – Altri incendi ai danni di veicoli nelle ultime ore. Due episodi si sono infatti verificati a Novoli e Cutrofiano, a partire dalle 23,30 di ieri sera. Nel primo episodio, di natura dolosa, è andato in fumo il furgone intestato al proprietario di una ditta specializzata nella realizzazione di impianti audio-luce in occasione degli eventi. Ma le fiamme hanno anche colpito un’auto parcheggiata accanto. Il mezzo era in sosta in via Trepuzzi, nei pressi di un’area recintata, quando è stato completamente avvolto dalle fiamme. Queste ultime, secondo i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, sarebbero divampate per mezzo della mano di malviventi che avevano, evidentemente, intenzione di intimorire la vittima, F.E., un uomo del luogo.

Sul posto, oltre ai militari, anche i vigili del fuoco del comando provinciale. I pompieri hanno spento il rogo, che ha causato danni per diverse migliaia d euro, e hanno contribuito al sopralluogo per recuperare tracce significative per le indagini. Il destinatario del gesto intimidatorio è già stato destinatario di un altro episodio analogo il 13 febbraio dello scorso anno. In quell’occasione, tuttavia, le conseguenze furono ancora più gravi: ad andare a fuoco, infatti, furono due mezzi pesanti, per un danno complessivo di diecine di migliaia di euro. Gli inquirenti, guidati dal tenente Rolando Gusti, stanno cercando eventuali videocamere installate in zona che possano aver immortalato la scena.

Ma non è stato il solo fatto della notte. Intorno alle 2,30, infatti, un altro incendio ha invece distrutto la Fiat Punto intestata a una donna. Il rogo è divampato a Cutrofiano, in via Trento, e sarebbe di natura accidentale. Il veicolo, oramai datato, è intestato a B.S., una casalinga incensurata di 50 anni. A causa di un cortocircuito alla centralina elettrica, una scintilla ha scatenato la fiammata. I vigili del fuoco del distaccamento di Maglie sono giunti per mettere in sicurezza la zona, dopo aver spento l’incendio. Dell’accaduto sono stati informati anche i carabinieri della compagnia di Gallipoli, i quali non sembrano nutrire dubbi sulla natura accidentale dell’episodio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero a Novoli: a distanza di un anno a fuoco altro furgone della ditta

LeccePrima è in caricamento