Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Strada Provinciale Otranto - Maglie

Bruciano tre mezzi nella notte. In fiamme due autovetture e un furgone

In tre distinti episodi, avvenuti rispettivamente a Surbo, Melpignano e Maglie, sono stati danneggiati tre veicoli. Tra questi anche un camion Ford, che ha preso fuoco sulla strada provinciale che conduce dalla cittadina a Melpignano. Sul posto sono accorsi pompieri e carabinieri per i rilievi

I vigili del fuoco (Foto di repertorio)

SURBO – Il primo dei tre incendi scoppiati nella notte, si è verificato a Surbo. Una manciata di minuti prima delle tre, infatti, le fiamme hanno avvolto una Ford Ka,  di proprietà di un 63enne originario di Lecce, che si trovava parcheggiata nell’area recintata di una villetta, sorvegliata a vista da un cane di grossa taglia, lasciato in libertà. Il mezzo ha preso fuoco senza, fortunatamente, arrecare danni all’edificio, situato alla periferia del comune dell’hinterland leccese, sulla via che conduce a Trepuzzi.

I militari dell’Arma della compagnia del capoluogo salentino sono intervenuti assieme ai vigili del fuoco del comando provinciale, dopo alcune segnalazioni giunte dai residenti della zona. Mentre i pompieri hanno spento l’incendio ad eseguito un primo sopralluogo per accertare la natura dell’accaduto, presumibilmente accidentale i carabinieri hanno avviato le indagini per chiarire quale sia stata la reale natura dell'episodio  e ricostruire con precisione la dinamica dell'accaduto.

Un'ora dopo, due altri roghi sono stati registrati, quasi in contemporanea, a Maglie e Melpignano. Nel primo caso, un camion Ford, lasciato misteriosamente sulla via provinciale che congiunge la cittadina a Otranto, e di proprietà di un 56enne del luogo,   è stato  incenerito dalle lingue di fuoco. Sul posto, nei pressi della stazione di rifornimento "Agip",  sono intervenuti i pompieri del distaccamento locale, i quali hanno domato quelle fiamme sospette, per poi allertare i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia magliese, diretta dal tenente Luigi Scalingi.

Gli inquirenti sono, tuttavia, propensi a ipotizzare un cortocircuito, più che la volontà di un malvivente. Sebbene non dispongano, al momento, di elementi tali da poter escludere la matrice dolosa. Idea analoga avanzata anche nell’incendio che, in via Pellegrino, a Melpignano, ha consumato una Volskwagen Polo, intestata a un uomo del posto, e arrecato danni per alcune centinaia di euro. L’intervento, a quel punto, è passato nelle mani dei pompieri del comando di Lecce dal momento che i colleghi del distaccamento di Maglie erano già impegnati sull’altro incendio, scoppiato alla periferia della cittadina. Sul luogo, anche i carabinieri della stazione di Scorrano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruciano tre mezzi nella notte. In fiamme due autovetture e un furgone

LeccePrima è in caricamento