Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via 13

Non trovano nulla da rubare. Incendiano i bilocali di una maestra

Alcuni individui hanno manomesso gli infissi di tre residenze estive della donna, a Porto Cesareo. Rimasti senza bottino hanno appiccato le fiamme, danneggiando veranda, cucina e pareti esterne, per un valore di 8mila euro

Lo stabile danneggiato nella notte (Foto di Antonio Quarta)

PORTO CESAREO  - Il bottino mancato deve averli lasciati talmente insoddisfatti, da instillare loro una cattiveria gratuita. I malviventi che, nella notte, hanno messo a soqquadro ben tre appartamenti estivi a Porto Cesareo, nei pressi di località "Torre Chianca", infatti, non hanno rimediato alcuna refurtiva.

Prima di allontanarsi dal complesso dei bilocali, appartenenti ad una maestra di scuola elementare, 56enne, originaria di Arnesano, hanno imbracciato una tanica di liquido infiammabile, cospargendo le pareti esterne delle dimore, per poi appiccare fuoco.

Complice il vento che, nella serata di domenica, soffiava impietoso, le fiamme si sono propagate con facilità, danneggiando lo stabile, per un valore complessivo di circa 8mila euro, se si considerano anche gli infissi manomessi durante lo scasso.  Oltre ad un’intera veranda colpita dalle lingue di fuoco, anche la cucina di uno dei tre bilocali è stata distrutta dal rogo.

Sul posto sono giunti i pompieri del staccamento di Veglie per mettere in sicurezza l’intera area, dopo aver domato l’incendio. Oltre ai caschi rossi, intervenuti anche per scongiurare il rischio doi coinvolgimento di altre abitazioni nelle vicinanze, sono accorsi anche i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, coordinati dal capitano Nicola Fasciano, per raccogliere tracce ed elementi utili che possano far risalire all’identità degli autori del gesto vandalico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non trovano nulla da rubare. Incendiano i bilocali di una maestra

LeccePrima è in caricamento