Incendio colpisce villetta estiva e demolisce solaio. E’ il secondo caso in 24 ore

Le fiamme, appiccate tra mezzanotte e l'una, hanno demolito il solaio di un'abitazione al civico 17 di via Ustica, a Spiaggiabella. Lo stabile, appartenente a un uomo residente in Germania, sarebbe stato dichiarato inagibile. Ingenti i danni, indaga la polizia

L'abitazione colpita, a Spiaggiabella.

SPIAGGIABELLA (Lecce) – Completamente sventrata dalle fiamme. A distanza di appena 24 ore, un’altra  abitazione della marina leccese è stata colpita da un incendio di natura dolosa. E’ accaduto nella notte, al civico 17 di via Ustica, a Spiaggiabella. Un boato è stato udito, dopo la mezzanotte, da alcuni residenti della zona.

Per cause ancora sconosciute, infatti, il rogo è divampato travolgendo tutto: mobilio, oggetti e infissi e, soprattutto, demolendo il solaio. Ingenti i danni, per diverse decine di migliaia di euro. La villetta estiva, fortunatamente, è al momento disabitata, ed è di proprietà di un cittadino tedesco che utilizza l’abitazione soltanto durante le vacanze.

Sul posto, i vigili del fuoco del comando provinciale, i quali hanno impiegato diverse ore di lavoro per ripristinare la normalità. Domate le fiamme, i pompieri hanno eseguito i rilievi assieme agli agenti di polizia della sezione volanti. Sono sopraggiunti anche i dipendenti dell’Ufficio tecnico comunale, i quali hanno verificato la stabilità dell’immobile. Quest’ultimo, secondo le perizie, sarebbe stato dichiarato inagibile. Indagini sono ancora in corso da parte del personale della questura. Nel corso delle ore, i dubbi circa la natura volontaria dell'accaduto sono state confermate dalle varie testimonianze e da un ritrovamento.

Quello, cioè, di tracce di liquido infiammabile nei pressi della casa colpita, che non lasciato dubbi sull'accaduto. I residenti, inoltre, avrebbero anche riferito ai poliziotti, di aver udito alcune voci e passi di individui sopo il gesto. Quest'ultimo potrebbe essere stato dettato da uno speificio livore nei confronti del titolare di casa o, più probabilmente, per intenti vandalici.

Soltanto 24 ore addietro, la notte scorsa, un’altra villetta estiva, questa volta a Casalabate, è stata avvolta da un incendio di natura dolosa, in via dell’Aragosta. Dopo aver forzato la porta, infatti, qualcuno ha appiccato le fiamme al materasso, poi propagatesi al resto dell’edificio. Ulteriori accertamenti sono nelle mani dei carabinieri della stazione di Squinzano. Le case per uso estivo sembrano essere sempre più spesso facili bersagli dei malviventi.  Nella notte tra il primo e il 2 dicembre, inoltre, praticamente sei mesi addietro, sempre a Spiaggiabella fu invece distrutta la casa di un sindcalista, coordinatore nazionale della Cisal.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento