Cronaca Via San Francesco D'Assisi

Brucia platano per la seconda volta nella villa comunale fra i bambini: è polemica sulla sicurezza

Vandali hanno dato alle fiamme un albero nei giardini pubblici di Lecce: l'intervento di pompieri e polizia ha scongiurato ulteriori conseguenze. Ma è riemersa la questione sicurezza: è il secondo episodio nell'arco di dieci giorni. E i cittadini chiedono maggiori controlli e più sicurezza

LECCE  - Qualcuno, nel pomeriggio, ha appiccato il fuoco ai piedi di un albero della villa comunale di Lecce. Il tronco del platano, in parte vuoto all’interno e quindi facilmente infiammabile, ha rischiato di dare vita a un incendio di vaste proporzioni. Fortunatamente, le lingue di fuoco si sono fermate soltanto nella parte inferiore dell’arbusto, senza intaccare gli altri esemplari presenti nei giardini pubblici nel cuore della città. E' il secondo episodio nell'arco di dieci giorni: in quell'occasione, sempre nelle vicinanze dell'albero colpito oggi, dal lato dell'ingresso di via Costa, il rogo fu spento dai custodi e da un giardiniere.

Sul posto, per domare il rogo e mettere in sicurezza l’area verde, i pompieri del comando provinciale: hanno accertato che non l’incendio fosse estinto completamente, e che non vi fosse il pericolo di propagazione delle fiamme. L’episodio è stato certamente provocato da qualcuno, probabilmente una bravata da parte di vandali che intendevano soltanto sopravvivere alla noia di un pomeriggio estivo, senza considerare però gli effetti che avrebbero potuto scatenare, in un luogo frequentato da famiglie con bambini. Sul posto, oltre ai caschi rossi, anche gli agenti di polizia della sezione volanti.

Ma l’incendio, che non ha provocato conseguenze, ha messo in luce un’altra, annosa questione. Quella della sicurezza, relativa non soltanto alla questione logistica dell'ingresso dei mezzi di soccorso (in occasione di emergenze, questi ultimi possono accedere previa richiesta delle chiavi alla custode), quanto soprattutto alla mancata, o comunque rarefatta, vigilanza all'interno di un'area in cui si aggirano soprattutto bambini.  Gli accessi della villa sono infatti “ostacolati” da alcuni paletti in metallo, assicurati sulla pavimentazione con alcuni lucchetti,. In caso di necessità e urgenze, come è accaduto anche in passato per malori avvertiti da alcuni passanti che passeggiavano all’interno della villa, i mezzi di soccorso hanno riscontrato non poche difficoltà. Quei lucchetti, infatti, sarebbero bloccati e le chiavi sembrerebbero servire a ben poco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia platano per la seconda volta nella villa comunale fra i bambini: è polemica sulla sicurezza

LeccePrima è in caricamento