Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Tricase / Via Degli Armaioli

“Diavolina” e fuoco sulla Punto di una donna: caccia al piromane

L’episodio ai danni di una 37enne, nella serata di ieri, a Tricase. A Squinzano, all’alba, trovato un furgoncino avvolto dal fumo

TRICASE – Sono due i mezzi andati in fumo, nelle ultime ore, rispettivamente a Tricase e Squinzano. Il primo episodio, nel Capo di Leuca, intorno alle 22 di ieri sera. A prendere fuoco la Fiat Punto intestata a una donna, che si trovava parcheggiata in via degli Armaioli, in località Tutino, nel cuore antico della cittadina. La vettura è di proprietà di unai 37enne, incensurata e di origini romene, ma da tempo residente nel luogo e impiegata nel ramo della ristorazione. Il rogo è stato domato dai vigili del fuoco del distaccamento locale, intervenuti dopo le numerose segnalazioni da parte dei residenti. Stando ai rilievi eseguiti dai pompieri, qualcuno avrebbe piazzato della “diavolina” per poi appiccare l'incendio.

I danni sono stati arrecati soprattutto sulla fiancata del veicolo, all’altezza della ruota. Sul luogo, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia tricasina, per eseguire i rilievi e indagare sull'accaduto. I militari hanno ascoltato la vittima del gesto, per poi recuperare i filmati dei sistemi di videosorveglianza installati nel centro della cittadina. Al momento, gli inquirenti sospettano possa essersi trattato di un’intimidazione scaturita per motivi di natura personale. Nei fotogrammi che saranno visionati, forse, le risposte.

Poche ore dopo, all’alba, un altro incendio si è verificato anche a Squinzano. Intorno alle 6 e mezzo, infatti, i pompieri sono intervenuti sulla via che conduce a san Pietro Vernotico, dove è stata segnalata la presenza di un mezzo in fiamme. Il veicolo, in realtà, era avvolto dal fumo e non ha subito gravi danni: è probabile sia stato lasciato sul posto, proprio a seguito del guasto. Gli uomini dell’Arma della stazione di Squinzano stanno indagando, per fare chiarezza sulla vicenda. Il furgoncino è  intestato a un uomo di San Pietro in Lama e non risulta rubato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Diavolina” e fuoco sulla Punto di una donna: caccia al piromane

LeccePrima è in caricamento