Ancora un incendio nella zona 167. A fuoco il mezzo di un 36enne

La Lancia Lybra, appartenente ad un uomo di 66 anni, e utilizzata da Luca Lisi, leccese, è stata avvolta dalle fiamme, in piazzale Cuneo. Il rogo ha danneggiato la parte anteriore. Non è esclusa la matrice dolosa del gesto

Piazzale Cuneo (foto di Giulio Paliaga).

LECCE  - Non accennano a fermarsi gli incendi ai danni di auto in città. A prendere fuoco, poco prima delle due della notte, una Lancia Lybra, parcheggiata all'altezza del civico 8 di in piazzale Cuneo.

Il veicolo è stato danneggiato dalle fiamme nella parte anteriore. Intestato a Lucio Vanzelli, un 66enne leccese, è in realtà in uso a Luca Lisi, 36enne del luogo. Entrambi sono noti alle forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono intervenuti i  vigili del fuoco del comando provinciale, per domare il rogo e mettere in sicurezza l'area. Le ricerche di elementi utili sono, invece, affidate agli agenti di polizia della questura, i quali stanno tentando, anche attraverso le dichiarazioni del 36enne, se dietro al gesto ci possa essere la volontà di qualcuno. La matrice dolosa, al momento, resta tra i sospetti degli inquirenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento