Prima l'ordigno, poi l'auto in fiamme. Minacce al 25enne arrestato per droga

Tra sabato e domenica, individui hanno piazzato una bomba carta sotto la Lancia Y in uso a un 25enne di Cursi, ai domiciliari per detenzione di eroina. Nella notte, inoltre, hanno dato fuoco all'auto. Il giovane fu arrestato perché sorpreso con la droga a bordo di un mezzo in compagnia di moglie e figlio di appena sei mesi

I carabinieri di Maglie

CURSI  - Nel caso in cui il messaggio non fosse stato chiaro, sono ritornati sul posto nel corso della notte e hanno messo fuoco a quell’autovetture che ieri non erano riusciti a distruggere. Intorno alle 4, infatti, alcuni malviventi hanno dato alle fiamme la Lancia Y intestata a un uomo di Cursi, ma in uso alla famiglia della figlia e al genero: un ragazzo del luogo noto alle forze dell’ordine e ristretto al regime degli arresti domiciliari. 

Si tratta, infatti, di Giulio Grecuccio, il 25enne arrestato lo scorso 28 novembre, sulla strada statale che congiunge Lecce a Maglie, all’interno di una Peugeot 207, con mezzo chilogrammo di eroina, del valore di circa 20mila euro. Il giovane si trovava a bordo del mezzo in compagnia della moglie e di un bambino di appena sei mesi. Fu inseguito dagli agenti di polizia stradale  di Maglie, diretti dall’ispettore Rocco Trane, e tratto in arresto in quella serata, a seguito di un controllo all'altezza dello svincolo per Scorrano. Durante le verifiche, fu rinvenuta l'ingente quantità di droga nascosta sotto il sedile.

Ma le ultime 48 ore, per lui, si sono trasformate in un paio di minacce partite nella notte a cavallo tra sabato e domenica, qualcuno ha piazzato una bomba carta sotto il veicolo, parcheggiato nei pressi dell’abitazione del 25enne, in via Dante Alighieri. La deflagrazione, oltre a svegliare il destinatario del messaggio, ha provocato anche lievi danni alle parti meccaniche, ma non ha coinvolto ulteriori vetture.

Forse non contenti del risultato ottenuto, i malviventi sono ritornati sul posto 24 ore dopo, e  hanno appiccato le fiamme. Le lingue di fuoco, poi domate dai pompieri del distaccamento di Maglie, hanno completamente distrutto la carrozzeria e arrecato conseguenze per un valore di diverse migliaia di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto, assieme ai vigili del fuoco, sono anche giunti i carabinieri del Nucleo operativo  e radiomobile della compagnia di Maglie, diretti dal tenente Rolando Giusti, per eseguire i primi rilievi. Grecuccio è stato nuovamente ascoltato dagli inquirenti, per cercare di strappargli informazioni utili alla ricerca dei responsabili. Al momento è sconosciuto il contesto nel quale sarebbero potuti maturare dissidi e livori tra il 25enne e l’autore del gesto. I militari dell’Arma, i quali stanno anche visionando i filmati del sistema di videosorveglianza installati lungo le vie adiacenti,  non escludono tuttavia alcuna pista. Compresa quella legata allo spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale Grecuccio è finito nei guai mesi addietro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento