Incendio doloso nella notte. Distrutte le auto di fratello e sorella

Sono state divorate da un incendio doloso una Fiat Panda, appartenente a un intonacatore 49enne di Neviano, e una Toyota Yaris, della sorella. Una casalinga 52enne. Sul posto, i carabinieri della compagnia di Gallipoli e i pompieri. Anche a Torre san Giovanni il fuoco ha distrutto un'auto per cause accidentali

Foto di repertorio

NEVIANO – Due incendi, di cui uno doloso, nel cuore della notte, hanno danneggiato tre autovetture. Due a Neviano, una per motivi accidentali a Torre San Giovanni, la marina di Ugento. Il primo è scoppiato intorno alle due e mezzo, in via Graziano, e ha distrutto la Fiat Panda, appartenente a C.G., un intonacatore 49enne del posto, e la Toyota Yaris, intestata a sua sorella, C.A.G., casalinga 52enne, entrambi residenti a pochi metri di distanza.

Le fiamme sono state appiccate da qualcuno il quale, prima di provocare il rogo, ha cosparso il mezzo dell’operaio di liquido infiammabile. L’incendio ha poi coinvolto anche il veicolo della donna, parcheggiato accanto, arrecando diversi danni per svariate migliaia di euro.

E’ stato lo stesso malcapitato ad allertare i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, sopraggiunti per domare il rogo e mettere in sicurezza l’area. I pompieri hanno effettuato un sopralluogo assieme ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli, e i sospetti sono stati confermati. Poco distante dai due mezzi colpiti, infatti, sono state rinvenute tracce di benzina. I militari dell’Arma hanno ascoltato le due vittime del gesto, per cercare di risalire ai motivi dell’accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai primi riscontri, il livore sarebbe nato nell’ambito personale, per questioni di natura sentimentale. Ulteriori indagini sono comunque in corso. Un secondo rogo, infine, ha danneggiato un’autovettura parcheggiata a Torre San Giovanni. Le fiamme sono state scatenate da un cortocircuito al motore. Sul posto, pompieri del distaccamento locale per ripristinare la normalità. Nessuna conseguenza agli altri veicoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento