Qashqai in fiamme nel cuore della notte, ma è mistero sulle cause

E' successo a Nardò, intorno alle 3,30 di notte. Sul posto i vigili del fuoco non hanno trovato tracce particolari che facciano pensare in modo inequivocabile a un atto doloso. Il veicolo di proprietà di un operaio del posto 34enne

NARDO’ – È mistero sulle cause che hanno portato all’incendio di un’autovettura avvenuto nel corso della nottata a Nardò. Si tratta, però, dell’ennesimo episodio di fila, in provincia di Lecce, dove sembra non debba passare ormai più notte senza che vada a fuoco qualche veicolo.

Questa volta è accaduto alla Nissan Qashqai di un operaio 34enne del posto. L’autovettura era stata parcheggiata la sera precedente in via via Benedetto XIII, nei pressi dell’abitazione, in un’area decentrata di Nardò. Le fiamme sono divampate intorno alle 3,30 di notte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto si sono diretti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli che hanno spento le fiamme, le quali, a causa del fumo,hanno provocato anche annerimento del muro dell’abitazione. In via Benedetto XIII sono giunti anche i carabinieri per gli accertamenti. Non sono stati trovati inneschi o altri elementi che riconducano chiaramente a un atto doloso. Al momento, dunque, le cause restano da definire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento