rotate-mobile
Cronaca Lizzanello / Via Francesco Baracca

Distrutta dalle fiamme l'auto di un 40enne ai domiciliari per spaccio di cocaina

Il veicolo è stato colpito da un incendio, scoppiato nella notte in una via di Merine, la frazione di Lizzanello. Sul posto, vigili del fuoco del comando provinciale e carabinieri della stazione locale per le indagini. Si sospetta un forte legame tra l’accaduto e il ritrovamento di droga avvenuto a gennaio

MERINE (Lizzanello) – Le fiamme, impetuose, hanno colpito un’autovettura, a Merine, intestata a un 40enne del posto ristretto agli arresti domiciliari. Si tratta di un’Alfa 147, parcheggiata in via Francesco Baracca, appartenente a Maurizio Ingrosso, disoccupato fermato un mese addietro dai carabinieri di Melendugno, perché trovato con 17 grammi di cocaina nascosti proprio nell’abitacolo dell’Alfa.

Durante la perquisizione nell’abitazione, i militari hanno anche rinvenuto un bilancino di precisione, che l’uomo utilizzava per confezionare le dosi di droga. Quel veicolo, ora, è stato letteralmente consumato dal rogo. Sedili, imbottiture  e le stesse lamiere sono state consumate dall’incendio, poi domato dai vigili del fuoco del comando provinciale, intervenuti nei pressi dell’abitazione dell’uomo.

Sul posto sono anche giunti i carabinieri della stazione di Lizzanello, i quali hanno assistito ai rilievi eseguiti dai caschi rossi nell’area circostante. Ingenti i danni, che si aggirerebbero attorno a diverse migliaia di euro, mentre nessuna altra autovettura è rimasta coinvolta nell’episodio. Gli inquirenti stanno ora indagando sull’accaduto, certi che non si sia verificato in maniera accidentale. Al vaglio degli investigatori, eventuali filmati delle videocamere di sorveglianza installati lungo le vie della frazione di Lizzanello, che potrebbero fornire indizi utili sul gesto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutta dalle fiamme l'auto di un 40enne ai domiciliari per spaccio di cocaina

LeccePrima è in caricamento