Incendio doloso nel basso Salento: bar danneggiato dalle fiamme

E’ accaduto intorno alle 8 del mattino, nel centro storico di Ruffano. La caffetteria, in Piazza della Libertà, ha subito danni ingenti. Si indaga

Foto di repertorio

RUFFANO – Misterioso incendio in un bar. E’ accaduto nel centro di Ruffano poco prima delle 8 di questa mattina: la caffetteria “Cortèn” di Piazza Libertà è andata in fumo per un rogo appiccato da ignoti. La fiammata, divampata fortunatamente senza ferire nessuno, ha avvolto in pochi secondi il locale. I danni, infatti, sono ingenti, sebbene ancora in fase di quantificazione. Il fuoco, oltre a divorare il mobilio, potrebbe anche aver compromesso parzialmente gli impianti.

Un'eventualità sulla quale si sta ora facendo chiarezza. Di certo c'è, invece, che qualcuno ha inteso lanciare un messaggio intimidatorio al gestore della caffetteria. I malviventi, dopo aver mandato in frantumi il vetro di uno degli accessi, hanno versato del liquido infiammabile, per poi far partire il rogo. Sul posto, i vigili del fuoco del distaccamento di Tricase assieme ai carabinieri della stazione locale per le indagini.IMG_6407-2

Al termine delle operazioni e del sopralluogo da parte dei "caschi rossi", sono anche giunti i dipendenti comunali per una ulteriore ispezione. Gli inquirenti, intanto, sono sulle tracce delle videocamere di sorveglianza installate in zona. Si cercando anche i filmati delle stazioni di servizio nei quali, come è accaduto in passate indagini più "fortunate", gli occhi elettronici hanno immortalato l'dientità dei piromani mentre facevano rifornimento di benzina.

A fine aprile, sempre nel basso Salento, anche un altro bar è stato preso di mira da balordi senza scrupoli. Un episodio scoperto lo scorso 23 aprile, alla periferia di Taviano. In quell'occasione, però, i malviventi non hanno utilizzato il fuoco per lanciare l'intimidazione, ma direttamente dei proiettili partiti da una pistola. L'incubo del racket, mai scomparso dal Salento, si ravviva e ritorna più prepotente che mai. Questo è ciò che temono gli investigatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento