Paura per una 78enne: una fiammata dalla bombola e la cucina prende fuoco

E' accaduto in mattinata, intorno alle 8 e mezzo, a Taurisano. Le fiamme sono partite da un contenitore di Gpl. Sul posto 118, pompieri e polizia

Foto di repertorio

TAURISANO – E’ il quarto incidente domestico simile in pochi giorni: la cucina di un’abitazione ha preso fuoco, a Taurisano, rischiando di provocare gravi conseguenze a una donna di 78 anni. E’ accaduto in mattinata, intorno alle 8 e mezzo, quando l’anziana stava armeggiando con la bombola del gas all’interno del suo appartamento, in via Leopardi. Un’improvvisa scintilla ed è partita la fiammata. Tanto violento il frastuono da assomigliare a una vera e propria esplosione.

I vicini e la stessa proprietaria  si sono subito rivolti ai vigili del fuoco: sul posto, i pompieri del distaccamento di Tricase.  La donna, messa in salvo e vigile nonostante la tensione per l’episodio, è stata immediatamente affidata alle cure dei medici del 118. Non sarebbe in pericolo di vita, ma i sanitari la sottoporranno comunque e a tutti i controlli clinici per scongiurare eventuali conseguenze. La 78enne è stata infatti accompagnata presso il pronto soccorso dell'ospedale "Francesco Ferrari" di Casarano, dove il personale le ha riscontrato alcune ustioni, fortunatamente soltanto alle mani, di primo grado.  Sul luogo dell'incendio, anche gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano.

E’ di 24 ore addietro l’altra notizia, simile, che ha visto protagonista una casa salentina: quella di Galatone, in cui il calore di una stufa a gas ha dato fuoco al pigiama di un bambino di appena 8 anni. Il piccolo si trova ora ricoverato nel reparto Grandi ustionati dell’ospedale “Antonio Perrino”, in prognosi riservata. Ha rimediato ustioni al volto e su entrambe le braccia e i medici lo tengono sotto osservazione confidando in un miglioramento delle sue condizioni. Nei giorni scorsi, inoltre, in due episodi ravvicinati, hanno rischiato gravi ocnseguenze altre due anziane: una a San Pietro in Lama, l'altra a Strudà, la frazione di Vernole. In entrambi i casi, il motivo che ha scatenato il fuoco è stato sempre lo stesso: una bombola di Gpl.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento