Divampa rogo in una ditta: forse accidentale ma sindacato esprime preoccupazione

Le fiamme sono partite all’esterno di una srl di Presicce, nella zona industriale, specializzata nel settore calzaturiero. Dai filmati non si nota nessuno, potrebbe essersi trattato di un cortocircuito

Foto di repertorio.

PRESICCE – I carabinieri stanno indagando su un incendio divampato nella zona industriale di Presicce, nella note a cavallo tra venerdì e sabato scorso. Le fiamme sono infatti partite, intorno alle 2, nel piazzale antistante la ditta “Diemme srls”,  specializzata nella distribuzione di calzature,  dove si trovavano depositati alcuni cartoni da riutilizzare in un secondo momento. È stata la guardia giurata di un istituto di vigilanza privata a scorgere la fiammata e ad allertare i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.

Sul posto infatti, oltre ai pompieri del distaccamento di Tricase, anche i carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia locale. Spento il rogo, il quale non ha provocato danni a i fabbricati presenti nell’area.  All’origine del rogo, stando a una prima ricostruzione, potrebbe essere stato il cortocircuito di due lampade esterne, posizionate nei pressi dei cartoni. La causa accidentale sembra essere quella maggiormente sostenuta dagli inquirenti anche per via di un altro aspetto: la visione dei filmati delle telecamere, infatti, non ha evidenziato la presenza di nessuno. Dal perimetro dell’area monitorato, infatti, non si evince nulla di sospetto. Sull’accaduto, intanto, è intervenuta con una nota la Uiltec di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel testo inviato agli organi di stampa, l’organizzazione sindacale ha espresso “fortissima preoccupazione” per l’incendio che “ha interessato alcuni immobili in Presicce all’interno dell’area aziendale in cui opera la società Diemme ed in passato avevano sede Euroteam, Eurogrouo, Euroshoes. Si tratta di imprese che producono calzature di alta gamma (e costi elevati) per conto di marchi prestigiosi del Made in Italy alcune delle quali, nonostante il livello dei prodotti, hanno più volte costretto il sindacato ad intervenire per la tutela delle condizioni di lavoro del personale dipendente, con scioperi e con segnalazioni all’ ispettorato del lavoro nei confronti di Euroteam”, scrivono i portavoce dell’organizzazione sindacale. Uiltec auspica che le cause del rogo siano accertare al più presto e che “la grave vicenda non si ritorca a danno dei lavoratori, anche perché all’interno dell’azienda il sindacato non è presente. Solo quando i rapporti lavorativi degenerano, infatti, la Uiltec viene coinvolta; essa ha già delle vertenze in corso per il recupero degli emolumenti dei dipendenti (che sono stati costretti a dimettersi per giusta causa per il ritardo nei pagamenti) e vigilerà con rigore, nell’ambito delle sue prerogative, per evitare che i diritti degli stessi, nonché dei lavoratori ancora in forza, siano ulteriormente pregiudicati”, concludono.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento