menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Casa di villeggiatura in fiamme: i piromani lasciano dentro tanica di benzina da 5 litri

Il misterioso episodio in serata a Lido Marini, nel territorio di Salve. La casa è intestata a un ex impiegato di banca residente a Como

LIDO MARINI (Salve) – Un misterioso attentato incendiario, in serata, a Lido Marini, nel territorio di Salve. Ignoti, muniti di tanica di benzina da cinque litri, hanno dato alle fiamme una casa disabitata e usata per la villeggiatura da una famiglia residente a Como. L’abitazione, intestata a un ex impiegato in banca, ora in pensione, è stata avvolta dal fuoco dall’interno. Sulle persiane delle finestre, infatti, sarebbero stati rinvenuti segni di effrazione: traccia inequivocabile della volontà di colpire.

Il rogo ha provocato danni ingenti alle tre stanze, consumando oggetti e arredamento, ma senza fortunatamente arrecare danni strutturali. Questo, almeno, quanto accertato in un primo sopralluogo dai vigili del fuoco del distaccamento di Ugento, giunti sul posto dopo le segnalazioni dei passanti. I pompieri hanno dovuto lavorare duro per domare l’incendio e riportare la situazione alla normalità. Una volta terminate le operazioni di messa in sicurezza, è stato eseguito un sopralluogo alla presenza dei carabinieri della stazione di Salve e del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase.

In una delle stanze, nonostante il fuoco abbia cancellato ogni traccia del passaggio dei piromani, è stata però rinvenuta una tanica di liquido infaimmabile, della capienza di cinque litri, usata per appiccare il rogo. I militari dell’Arma hanno contattato il proprietario per informarlo dell’accaduto e sondare su eventuali sospetti su qualcuno da parte della vittima. Ma quest’ultima vive in Lombardia e l’episodio assume dei contorni davvero misteriosi. Nessuna ipotesi è esclusa, almeno per il momento, neppure quella di un atto vandalico seguito a un furto non “soddisfacente”. Potrebbe, inoltre, essere stato un modo usato dai ladri per eliminare  le impronte e le orme delle scarpe una volta fuggiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento