menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Benzina sull’auto di una casalinga e poi il fuoco: distrutta

L’incendio doloso nella serata di martedì a Racale, ai danni di un’Alfa Romeo Mito intestata a una 31enne incensurata. Rinvenuta la bottiglietta usata per versare il liquido infiammabile

RACALE – Benzina da una bottiglietta sull’auto di una giovane donna e poi il fuoco: completamente distrutto il veicolo. Si indaga per individuare l’autore della grave intimidazione avvenuta nella serata di ieri a Racale. Poco dopo le 21 i vigili del fuoco del comando provinciale sono infatti intervenuti in via Alliste per domare le fiamme che hanno avvolto un’Alfa Romeo Mito intestata a una 31enne del luogo, una casalinga incensurata.

Il veicolo è ormai inutilizzabile ma, quantomeno, il rogo ha risparmiato gli altri mezzi parcheggiati nelle vicinanze. Il danno complessivo è tuttavia ingente: si parla di svariate migliaia di euro. Domato l’incendio, i pompieri hanno eseguito un sopralluogo alla ricerca di tracce per stabilire l’origine dell’accaduto. Le conferme sono arrivate subito: nei pressi del veicolo colpito, infatti, è stata rinvenuta una bottiglietta in plastica: all’interno vi era ancora del liquido infiammabile. Si tratterebbe quasi certamente di quella utilizzata nell’episodio.

Il contenitore è stato recuperato e consegnato ai carabinieri della stazione locale, sopraggiunti per eseguire le indagini. La vittima del gesto sarà ora ascoltata: dalle sue dichiarazioni potrebbero emergere i possibili sospetti sul responsabile. Gli occhi degli investigatori sono ora puntati su dissidi di natura personale e privata. I militari dell'Arma hanno già rintracciato, nell'isolato, le telecamere da cui estrapolare i filmati. In qualcuni di questi potrebbe essere stato immortalato il passaggio dell'autore dell'intimidazione: l'ennesima di questi giorni nel Salento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento