Cronaca Via Piero Gobetti

Incendio doloso distrugge Megane di un parrucchiere: mistero sul movente

L’autovettura di un giovane parrucchiere di Galatone è stata devastata nel primo pomeriggio dalle fiamme appiccate da mani ignote. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri, che hanno avviato le indagini. Qualche notte addietro un altro rogo, ma non vi sarebbe un collegamento

Repertorio.

GALATONE – E’ mistero sul motivo che ha spinto qualcuno a distruggere l’autovettura di un giovane parrucchiere di Galatone. Un incendio doloso, come certificato dalle tracce di liquido infiammabile riscontrare sul posto, e avvenuto per giunta in un orario insolito: intorno alle 14,30. Gli atti incendiari quasi sempre avvengono nel cuore della notte, quando il traffico è inferiore e nell’ombra è più facile confondersi dagli sguardi indiscreti di qualche ipotetico residente affacciato alla finestra o magari di un passante che sbuchi all'improvviso.

Il fatto è avvenuto in via Piero Gobetti, in periferia, zona di edilizia popolare. L’auto, una Renault Megane, in poco tempo è stata avvolta dalle fiamme ed ha subito seri danni. Sono stati alcuni vicini a scorgere per primi il fumo e a chiamare i vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme. In via Gobetti si sono recati anche i carabinieri della stazione locale, che hanno avviato le indagini. Il parrucchiere, un giovane che non ha mai avuto problemi con la giustizia, non ha saputo fornire chiarimenti sul movente, né, a suo dire, avrebbe mai ricevuto minacce.

Il caso è avvenuto a distanza di pochi giorni da un altro episodio, sempre a Galatone, ma questa volta in via Camperio. Nella tarda serata del 22 dicembre, è andata a fuoco la Fiat Punto di un invalido civile, con fiamme che si sono riverberate anche sulla Megane di una casalinga parcheggiata a breve distanza. In quel caso, nonostante l’assenza di segni certi, avevano già avuto il sospetto che potesse trattarsi di un fatto doloso. In ogni caso, non vi sarebbe alcun collegamento con la vicenda odierna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio doloso distrugge Megane di un parrucchiere: mistero sul movente

LeccePrima è in caricamento