Vandali accendono la Focara prima del tempo, sul litorale brucia una casa

Gli episodi a Monteroni di Lecce e Lido Conchiglie: sono entrambi di natura dolosa

La "Focara" di Monteroni di Lecce

LIDO CONCHIGLIE (Sannicola) – Una “focara” incendiata prima del tempo, e un’abitazione estiva completamente distrutta. E’ il bilancio della notte appena trascorsa, nella quale sono stati appiccati due incendi, rispettivamente a Monteroni di Lecce e a Lido Conchiglie.   Nel primo caso, vandali hanno dato alle fiamme la montagna di fascine che sarebbe stata accesa domenica prossima, in onore di Sant’Antonio.

Il famoso falò, come da tradizione, infatti, sarebbe partito subito dopo la processione, come negli anni passati. Nel 2016, però, quella focara difficilmente potrà essere accesa. Nella notte, infatti, è stata resa inutilizzabile dai vandali, fuggiti dopo aver arrecato il danni all’intera comunità. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del comando provinciale, anche i carabinieri della stazione di Monteroni di Lecce, per eseguire i rilievi e ascoltare eventuali testimoni dell’accaduto. Il movimento "Futura Monteroni", intanto, sdegnata per quanto successo nella notte, ha offerto il proprio contributo al comitato feste "Sant'Antonio", per cercare di salvare una delle poche tradizioni rimaste.FullSizeRender-34-21

A Lido Conchiglie, invece, è andata a fuoco una piccola abitazione usata per la villeggiatura estiva. Un bilocale intestato a una donna originaria di Galatone, ma residente a Treviglio, in Lombardia, è stato totalmente devastato dalle lingue di fuoco. L’immobile si trova in zona “Masseria Nuova”, tra Sannicola e il litorale: per avviare un sopralluogo interno, i pompieri del distaccamento di Gallipoli hanno dovuto dapprima spegnere il rogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’arrivo dei militari dell’Arma della compagnia locale, sono cominciati i controlli: difficile stabilire la natura dell’episodio. Ma, al momento, si sospetta la matrice dolosa. L’edificio, infatti, è sprovvisto di qualunque utenza: sia del servizio di erogazione del gas, sia di quello per l’illuminazione. Non può essersi trattato di un cortocircuito e gli inquirenti stanno ora cercando di fare chiarezza sul quella casa distrutta, che era stata peraltro messa in vendita di recente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento