A fuoco il fast-food mobile: accanto una bottiglia intrisa di benzina

E' accaduto intorno alle 3 e mezzo, a Porto Cesareo. Ignoti, servendosi di liquido infiammabile, hanno appiccato le fiamme al furgone parcheggiato in via Silvio Pellico

Il mezzo incendiato nella notte

PORTO CESAREO – Più evidenti del danno stesso, le tracce del dolo. I malviventi che, nella notte, hanno dato alle fiamme l’ennesimo furgone per la vendita ambulante di panini e bevande, hanno infatti lasciato sul posto una bottiglia intrisa di liquido infiammabile. E’ accaduto intorno alle tre e mezzo, a Porto Cesareo, in via Silvio Pellico. Il mezzo da lavoro, intestato a un commerciante del luogo, incensurato, è stato avvolto dalle fiamme: queste hanno provocato un danno complessivo che si aggirerebbe attorno a svariate migliaia di euro.

Il condizionale è d’obbligo poiché l’elenco delle conseguenze arrecate dal rogo è ancora in corso. Dopo le operazioni di spegnimento dell’incendio da parte dei vigili del fuoco del distaccamento di Veglie, infatti, è stato eseguito un sopralluogo, al quale ne è seguito un secondo in mattinata. All’ispezione hanno anche preso parte i carabinieri della stazione locale e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, guidati dal capitano Alan Trucchi. I militari, dopo aver ascoltato la vittima del gesto e recuperato il contenitore di benzina usato per appiccare il rogo, hanno escluso la pista estorsiva. Stanno intanto valutando altre problematiche e contesti nei quali potrebbe essere lievitato l’odio di qualcuno nei confronti dell’ambulante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli inquirenti stanno inoltre cercando anche eventuali videocamere di sorveglianza installate in zona, alla ricerca di movimenti sospetti nell’ora dell’episodio. E’ già il secondo incendio, nel giro di circa un mese, nel Salento. A fine febbraio, infatti, un fast-food mobile era stato completamente incendiato a Melissano, in via Berlinguer. Mentre a Porto Cesareo, nella notte appena trascorsa, le fiamme hanno soprattutto colpito la carrozzeria e i fili elettrici, in quello avvenuto a fine febbraio non rimase che lo scheletro in metallo del furgone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento