rotate-mobile
L’intimidazione / Nardò / Via Marsala

Liquido infiammabile per provocare danni al ristorante sul lungomare jonico

L'incendio si è verificato intorno alle 4 di notte a Torre Squillace e ha riguardato in particolare strutture esterne del Jolly Mare. I vigili del fuoco del distaccamento di Veglie hanno scongiurato l'ulteriore propagazione delle fiamme. Le indagini sono ora affidate alla polizia

TORRE SQUILLACE – Fiamme in piena notte nel ristorante sul lungomare neretino, uno fra i più noti della costa jonica. Un incendio di natura dolosa, quello che ha riguardato il Jolly Mare, e su questo davvero pochi sono i dubbi. I danni hanno riguardato in particolare, alcune strutture esterne. E l’arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Veglie ha scongiurato che il rogo si propagasse ulteriormente.

Resta, però, la gravità dell’episodio, proprio a ridosso dell’estate, un caso sul quale sono al lavoro gli agenti di polizia del commissariato di Nardò. Sul posto anche investigatori della squadra mobile di Lecce.

Tutto è accaduto intorno alle 4 in via Marsala, nel punto in cui la località di Torre Squillace si congiunge alla marina di Sant’Isidoro, poco dopo Porto Cesareo. È qui che ignoti hanno colpito, appiccando le fiamme nel punto in cui è collocato il gazebo laterale del ristorante Jolly Mare.

I danni dovrebbero aver riguardato in particolare il tendone che ricopre la pedana esterna per la somministrazione all’aperto, rimasto perforato dallo sprigionarsi del forte calore. Il fumo, però, ha provocato anche annerimento all’interno, con la posa di fuliggine su sedie e tavoli. Come detto, l’arrivo dei vigili del fuoco ha permesso di limitare, e non di poco, la diffusione del rogo.

Poco dopo sono giunte sul posto anche le volanti del commissariato di polizia di Nardò. Il ritrovamento di una bottiglia, con dentro ancora residui di liquido infiammabile, proprio nelle vicinanze del luogo in cui si era poco prima sviluppato l’incendio, ha fornito una prima risposta piuttosto evidente sulle cause. Resta da capire il movente e, ovviamente, di provare a identificare gli autori di un gesto dal sapore fortemente intimidatorio. Di particolare rilievo, a questo punto, potrebbero essere le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza di cui è dotato il locale, acquisite dagli investigatori.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liquido infiammabile per provocare danni al ristorante sul lungomare jonico

LeccePrima è in caricamento