Cronaca Litorale / via paolo perrone

Fuochi d'artificio sul cavalcavia per festeggiare un detenuto: denunciati

Nei guai un 50enne e un 22enne. Sono stati sorpresi con fuochi pirotecnici di IV categoria, nei pressi del carcere di Borgo San Nicola. Domenica sera hanno parcheggiato le auto e si sono messi allo svincolo della tangenziale ovest

Rimanenze di un Capodanno davanti al carcere (foto di repertorio).

 

LECCE – Uno sfavillante spettacolo di colori per illuminare il cielo, realizzato ad hoc per qualcuno che, per ora, può solo sognare la libertà. Due leccesi, già noti alle forze dell’ordine, C.M. e C.C., rispettivamente di 50 e 22 anni, si erano posti su di un cavalcavia della tangenziale ovest, proprio all’altezza dello svincolo per il supercarcere di Borgo San Nicola, organizzando in ogni dettaglio uno spettacolo pirotecnico.

Non una novità, in realtà. Un rituale simile sembra che avvenga puntualmente la notte di Capodanno. Ma questa volta, si trattava, evidentemente, di un’iniziativa mirata, per festeggiare qualcuno in particolare.   

Il fatto è accaduto domenica sera, verso le 21. Diversi autoveicoli si erano fermati, in modo di certo imprudente, su entrambe le carreggiate della tangenziale e in prossimità della rotatoria che conduce in via Paolo Perrone, per guardare l’esibizione. Lo spettacolo non è però sfuggito anche ad altri occhi, quelli degli agenti della polizia penitenziaria.

Una pattuglia in servizio di vigilanza esterna del nucleo di pronto intervento diretto dal commissario Riccardo Secci, s’è quindi diretta sul posto, fermando i due uomini e accompagnandoli presso il comando di polizia penitenziaria per l’identificazione. Sembra che non avessero documenti. Alla fine, per loro sono scattate le denunce all’autorità giudiziaria per “accensioni ed esplosioni pericolose senza licenza del’autorità di pubblica sicurezza”. I fuochi, infatti, appartenevano alla categoria IV.

C.C. ha ricevuto anche un’ulteriore contestazione, ovvero quella relativa all’inosservanza alle misure di prevenzione alle quali è sottoposto, vale a dire, l’avviso orale disposto dal questore di Lecce riguardante il divieto ad accompagnarsi a pregiudicati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d'artificio sul cavalcavia per festeggiare un detenuto: denunciati

LeccePrima è in caricamento