Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Incendio nei campi raggiunge una stalla: muoiono tre vitelli e un cavallo

E' successo a Cerfignano. Sul posto vigili del fuoco e agenti di polizia locale di Santa Cesarea Terme. Qualche contadino ha acceso il rogo per ripulire i campi dalle sterpaglie, ma le fiamme hanno raggiunto la proprietà di un allevatore, attecchendo a diverse balle di fieno accatastate

Foto di repertorio.

CERFIGNANO (Santa Cesarea Terme) – Tre vitelli e un cavallo sono morti asfissiati nel primo pomeriggio nell’incendio che ha avvolto una stalla in muratura. Un danno notevole per il proprietario, un allevatore, causato da un rogo nato nelle campagne circostanti, con fiamme che in breve sono diventate incontrollabili. E questo perché, una volta che hanno raggiunto la costruzione, hanno attecchito anche su una cinquantina di balle di fieno accatastate. A quel punto, è stato un vero e proprio inferno.

Mancava circa un quarto d’ora all’una di un sabato afoso, con temperature superiori ai 30 gradi nei momenti di punta della giornata, quando è divampato il rogo nelle campagne intorno a Cerfignano, frazione di Santa Cesarea Terme, non lontano dalla cappella della Madonna dell’Idri, che dà il nome alla contrada.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie e gli agenti di polizia locale di Santa Cesarea Terme. L’incendio non sarebbe di natura accidentale, ma nemmeno un attentato al proprietario delle povere bestie, che avranno vissuto momenti di terrore puro, imprigionate in quella trappola mortale, fra temperature insopportabili e aria irrespirabile. Dovrebbe però essere il frutto di un maldestro tentativo di qualche contadino di ripulire dalle sterpaglie le campagne.

Il fuoco – come spesso avviene - è sfuggito al controllo e si è esteso a tal punto da raggiungere la proprietà dell’allevatore, che è stata completamente investita da fiamme e fumo, dal momento che nelle vicinanze della stalla c’erano le balle. I vigili del fuoco hanno spento il rogo, ma per i tre animali non c’era ormai più nulla da fare. Il proprietario ha avvisato il servizio veterinario dell’Asl per lo smaltimento delle carcasse.     

Qualcosa di molto simile è avvenuto ieri a Leverano, dove sono andate distrutte tre serre di plastica a copertura di altrettanti orti di un agricoltore. Anche in quel caso i vigili del fuoco hanno spento il rogo, mentre il proprietario, nel tentativo di salvare le strutture, ha rischiato anche di rimanere ustionato.

Purtroppo, sono incidenti che si susseguono con una certa frequenza nel corso dei mesi caldi, sia per le pericolose abitudini di alcuni, sia perché puntualmente vengono disattesi i moniti dei vigili del fuoco a cittadini ed enti locali a mantenere pulite le strade dalle sterpaglie prima che scoppi il caldo, prevenendo così episodi che possono avere conseguenze anche drammatiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio nei campi raggiunge una stalla: muoiono tre vitelli e un cavallo

LeccePrima è in caricamento