rotate-mobile
Cronaca Leuca / Via Andrea Mantegna

Cortocircuito, le fiamme divampano alte sul solaio dell'abitazione di un giudice

Un rogo di notevole intensità si è sviluppato in via Mantegna intorno alle 13. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con tre mezzi e gli agenti della squadra volanti. La casa interessata dall'episodio è quella del giudice Stefano Sernia

LECCE – Una densa nube di fumo, sprigionatasi dalle alte fiamme divampate all’improvviso, si è alzata nel centro di Lecce, a cento metri dalla sede della questura. Il grigio scuro e l’arancione sullo sfondo dell’azzurro intenso di una tarda mattinata di piena estate. Tonalità da impressionismo, ma anche tanta paura, per fortuna senza conseguenze sulle persone.

In via Mantegna, la prima traversa sulla destra percorrendo viale Otranto, un incendio si è sviluppato intorno alle 13 sul solaio di un’abitazione privata, quella di Stefano Sernia, presidente del Prima sezione penale del Tribunale leccese. Le dimensioni del rogo, come si vede dalla foto, sono state notevoli.

incendio17luglio 002-2Secondo le prime ricostruzioni potrebbe essere stato un cortocircuito nell’impianto fotovoltaico a generare il rogo, per domare il quale è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, sopraggiunti con tre mezzi ai piedi dell’edificio da un piano. Prima dei pompieri sono intervenuti gli agenti della sezione volanti. La strada interessata dall’incendio è stata chiusa al traffico per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento.

Un tecnico dell’ufficio Urbanistica del Comune di Lecce nelle prossime ore valuterà gli eventuali danni dell’immobile, oltre a quelli evidenti riscontrati sul solaio dove l'impianto è andato distrutto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortocircuito, le fiamme divampano alte sul solaio dell'abitazione di un giudice

LeccePrima è in caricamento