Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

L'inferno dopo il fulmine: bruciano i locali di Telerama

Intorno alle 6.40, mentre era in corso la rassegna stampa, le fiamme hanno "divorato" in pochi minuti tutta la zona dell'ingresso rischiando di propagarsi alla regia e alla redazione. I vigili del fuoco hanno limitato i danni

L'ingresso della redazione di Telerama.

LECCE - L'odore acre del materiale bruciato, la plastica fusa che si attacca alle suole delle scarpe, la consapevolezza di una tragedia per fortuna soltanto sfiorata. Erano le 6.40 quando negli studi della redazione di Telerama, nella zona industriale, è scoppiato l'nferno. Un fulmine, che probabilmente ha colpito il ripetitore installato sulla struttura, ha innescato attraverso i cavi della Telecom  un incendio che ha devastato l'ingresso. In quel momento era in corso la rassegna stampa, come ogni mattina, con Don Antonio Murrone. Con lui un operatore ed un regista. Resisi conto della gravità della situazione, hanno con prontezza guadagnato l'esterno attraverso uscite secondarie ed allertato i soccorsi.

La squadra dei vigili del fuoco arrivata sul posto - dove sono giunti anche gli uomini della protezione civile di Surbo - ha dovuto faticare non poco per avere la meglio sulle fiamme che in pochi minuti sono arrivate a lambire il locale della redazione, la sala regia, lo studio e l'archivio mentre è andata meglio alla parte dell'immobile riservata alle radio del gruppo e agli uffici della direzione. L'intervento dei pompieri ha scongiurato il propagarsi dell'incendio, sebbene alcune attrezzature potrebbero essere state compromesse anche dal potente getto d'acqua. Da quantificare l'entità dei danni. Ma il disastro materiale si sarebbe potuto trasformare in qualcosa di ancora più grave se il fulmine avesse colpito in un altro momento: sia se fosse caduto più tardi, sia prima: intorno alle 8.30 infatti la redazione inizia a popolarsi di tecnici, giornalisti e di personale vario.  Proprio nel punto in cui le fiamme avrebbero preso piede c'è il posto riservato alle segretarie. Ma i danni materiali sarebbero stati con ogni probabilità ancora più devastanti se l'incendio si fosse propagato in piena notte, senza nessuno presente che potesse dare l'allarme.

Molti dei lavoratori di Telerama si sono radunati alla spicciolata all'ingresso della struttura, increduli dell'accaduto, attorno al patron, Paolo Pagliaro. Il direttore di Trnews, Danilo Lupo, ha fatto sapere che si spera di tornare in onda al più presto, possibilmente entro la giornata di oggi. A tutti loro va la solidarietà della redazione di LeccePrima. 

Sono già in corso le operazioni di rimozione dei detriti.  L'immobile andato parzialmente distrutto è di proprietà dell'ex consorzio Sisri. Il temporale che ha imperversato con particolare veemenza alle prime luci dell'alba ha creato notevoli disagi in tutta la provincia. Non si contano le segnalazioni di allagamenti e problemi alla circolazione stradale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inferno dopo il fulmine: bruciano i locali di Telerama

LeccePrima è in caricamento