menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendiò un negozio, tre anni e due mesi all’ex gestore del “Twin Towers”

Emessa la sentenza di patteggiamento nei riguardi di Paolo Spalluto per l’incendio del “Balloon Party”, a Lecce, avvenuto lo scorso 14 settembre. Il 57enne ora è ai domiciliari

LECCE - E’ riuscito a patteggiare tre anni e due mesi di reclusione per aver dato alle fiamme il negozio di articoli per feste “Balloon Party”, in viale Japigia, a Lecce, lo scorso 14 settembre, a causa di vecchi rancori con il proprietario. A emettere la sentenza nei riguardi di Paolo Spalluto, il 57enne leccese ex gestore del bar “Twin Towers”, accanto all’esercizio incendiato e che fa capo allo stesso proprietario, è stata nei giorni scorsi il giudice Cinzia Vergine.

E’ stata così accolta l’istanza, e con questa anche quella di un’attenuazione della misura cautelare ai domiciliari, avanzata attraverso gli avvocati Luigi Rella e Salvatore Rollo, a novembre, e sulla quale il pubblico ministero Maria Consolata Moschettini aveva espresso parere favorevole.

Insomma, dopo sette mesi, Spalluto è tornato a casa. Finì nel carcere di “Borgo San Nicola”, a poche ore dal rogo, in seguito ai riscontri sulla natura dolosa svolti dai vigili del fuoco e alle indagini degli agenti della squadra mobile di Lecce che durante la perquisizione trovarono: una bottiglietta da mezzo litro, riempita con alcol e col tappo bucato, nei pressi della porta d’ingresso della sua abitazione; un’altra bottiglia da mezzo litro anche questa con alcol etilico e con il tappo bucato al centro, oltre a rotoli di carta igienica parzialmente utilizzati, e una grande busta di colore nero con tre fusti da 5 litri ciascuno, vuoti ma già usati per contenere gasolio, nell'auto. Infine, nel seminterrato adibito a deposito, c’era una scala in legno, sporca di benzina, utilizzata probabilmente dal 57enne per raggiungere le finestre del negozio e appiccare il fuoco.

Durante l'interrogatorio col gip Giovanni Gallo, il 57enne ammise le sue responsabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento