Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Sospesa dalla professione forense, ma non è iscritta ad alcun albo: misura revocata

Il Tribunale del Riesame di Potenza ha accolto il ricorso di Federica Nestola, la 32enne di Leverano accusata di aver superato l’esame di Stato grazie al “supporto” del pm Arnesano

LECCE - E’ stata annullata la misura interdittiva di sospensione per dodici mesi dall’esercizio della professione forense nei riguardi di Federica Nestola, 32 anni, originaria di Leverano, disposta nell’ambito dell’inchiesta sul presunto scambio di favori con al centro il pubblico ministero salentino Emilio Arnesano.

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Potenza (composto dal presidente Aldo Gubitosi e dai giudici (estensore) Vincenza Cozzino Maria Stante) che ha accolto le argomentazioni dei difensori Arcangelo e Alberto Corvaglia, annullando così il provvedimento del gip Amerigo Palma. In particolare, nei giorni scorsi, i legali avevano fatto presente che l’indagata non è iscritta ad alcun albo, condizione necessaria per l’esercizio dell’attività professionale.

Nestola dovrà comunque prepararsi al processo che si aprirà il 29 marzo per difendersi dall’accusa di aver superato l’esame di Stato (sessione 2017), dopo cinque tentativi falliti,  venendo a conoscenza delle tracce della prova orale, grazie al pm Arnesano che, su richiesta dell’amica, l’avvocatessa Benedetta Martina, avrebbe istigato il componente della Commissione esaminatrice Mario Ciardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesa dalla professione forense, ma non è iscritta ad alcun albo: misura revocata

LeccePrima è in caricamento