Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

La presidente del Foro di Lecce chiarisce: “Le misure da adottare sugli avvocati coinvolti non saranno prese dall’Ordine ma da un organo autonomo, quale è il Consiglio distrettuale di disciplina”

Al centro, Roberta Altavilla.

LECCE - “Oggi è stata scritta una pagina triste, molto triste per la giustizia salentina. Ma non lasciamoci prendere dalla foga giustizialista. I fatti devono essere accertati. Un’indagine non è una condanna. E fino a quando non c’è una condanna, esiste la presunzione di innocenza. Aspettiamo quindi che la giustizia faccia il suo corso”.

E’ questo il commento del presidente dell’Ordine degli avvocati di Lecce Roberta Altavilla in merito alla notizia appresa dagli organi di informazione degli arresti eseguiti in mattinata nell’inchiesta per corruzione condotta dalla Procura di Potenza, tra cui spiccano i nomi del pubblico ministero Emilio Arnesano e dell’avvocata Benedetta Martina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il numero uno del Foro ha inoltre chiarito: “Le misure che si intenderanno adottare riguardo agli avvocati coinvolti nelle indagini, non sarà l’Ordine a determinarle. L’Ordine ha solo il compito di trasmettere la notizia e di chiedere le controdeduzioni dei colleghi che risultino in qualche maniera coinvolti in fatti dove si possano ravvisare responsabilità di natura disciplinare. Il consiglio distrettuale di disciplina è infatti completamente autonomo, ha una sede completamente diversa, ed è un organo di natura disciplinare e distrettuale, quindi riguarda Lecce, Brindisi e Taranto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento