Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Inchiesta sulla morte di una neonata al Fazzi, Procura chiede l'archiviazione

Il gip Giovanni Gallo deciderà se archiviare ol'inchiesta sulla morte di una neonata avvenuta a dicembre 2014 nel reparto di Ostetricia

LECCE – Il gip Giovanni Gallo deciderà se archiviare o disporre nuovi accertamenti nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di una neonata avvenuta a dicembre 2014 nel reparto di Ostetricia dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Quattro i medici iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

Il sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Giovanni Gagliotta, titolare del procedimento ha chiesto l’archiviazione sulla base della consulenza eseguita dal medico legale Roberto Vaglio. Nella perizia si evidenzia che il decesso è avvenuto per le conseguenze di una infezione contratta dalla madre della piccola. Una tesi che non è stata condivisa dal consulente della famiglia, Giancarlo Toma. Il legale della coppia residente a Calimera, l’avvocato Massimo Tommasi, ha presentato opposizione alla richiesta di archiviazione formulata dalla Procura. Gli indagati sono assistiti dagli avvocati Massimiliano Petrachi e Mario Petracca.

Le condizioni del bimbo, che non aveva presentato alcun disturbo e alcuna patologia alla nascita, si erano aggravate improvvisamente nella notte dopo il parto. Il decesso era avvenuto dopo l’ultima poppata, verso mezzanotte. I genitori del bimbo si erano recati presso il posto fisso di polizia del “Fazzi” per sporgere una denuncia. Gli esami prenatali e il quadro clinico del piccino, infatti, non avrebbero mai evidenziato alcun problema. Il pubblico ministero aveva disposto l’autopsia sul corpicino del neonato. La parola passa ora al gip che deciderà se archiviare o no.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulla morte di una neonata al Fazzi, Procura chiede l'archiviazione

LeccePrima è in caricamento