Incidente in mare: resta ferito gravemente dall’elica del motore

Un uomo si trova ricoverato in gravi condizioni, al “Vito Fazzi” di Lecce, con lesioni agli arti. Il fatto a Torre Lapillo. E' stato recuperato dalla guardia costiera

Foto di repertorio

TORRE LAPILLO (Porto Cesareo) -  Finisce in ospedale in codice rosso, dopo un grave incidente in mare. A.T., un uomo di 33 anni, di Monteroni di Lecce, è stato infatti soccorso intorno alle 9, nelle acque di Torre Lapillo, a Porto Cesareo.

Si trovava a bordo di un’imbarcazione a motore quando, per una distrazione, l’elica gli ha provocato serie lesioni agli arti e alla schiena.  E’ scivolato nello specchio d’acqua ed è stato recuperato grazie all’intervento degli uomini della guardia costiera, allertati dagli amici dell’uomo che si trovavano a bordo del natante. I militari lo hanno poi affidato al 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il ferito è partita una corsa verso il capoluogo salentino. Una volta giunto in ospedale e ultimati gli accertamenti, il 36enne è stato ricoverato in gravi condizioni: le conseguenze che ha riportato alle gambe e alla spina dorsale sono preoccupanti. E' stato immediatamente sottoposto a un intervento chirurgico d'urgenza: i medici stanno lottando per tenere sotto controllo la delicata e precaria situazione clinica. Al momento è ricoverato in Rianimazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento