Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Tuglie

Incidente domestico o aggressione, è un giallo il caso della donna ustionata

Saranno le indagini dei carabinieri di Gallipoli e di Brindisi a fare luce sul caso di una donna ricoverata al Perrino di Brindisi

LECCE – Saranno le indagini dei carabinieri della compagnia di Gallipoli e dei colleghi di Brindisi a fare luce sul caso di una donna ricoverata nel reparto “grandi ustionati” dell’ospedale “Perrino” di Brindisi. Bisognerà stabilire se a provocare le ustioni sul corpo della cittadina di origine romena sia stato davvero un incidente domestico o una brutale aggressione. I militari dell’Arma hanno subito avviato le indagini e nelle prossime ore sentiranno la paziente che, fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Tutto è iniziato nel pomeriggio, dopo una chiamata giunta al 118. Intervenuti sul posto, in via Cairoli a Tuglie, i sanitari hanno riscontrato evidenti segni di ustione sul corpo della donna, poi trasferita d’urgenza a Brindisi. Contemporaneamente sono stati avvisati i carabinieri della stazione di Sannicola, che hanno svolto i primi accertamenti e relazionato al comandante della compagnia, il capitano Michele Maselli.

Da quanto si è appreso, la donna condivide l’appartamento con altri due cittadini romeni (di cui uno dovrebbe essere il compagno) tutti residenti da anni nel Salento. Una convivenza, secondo la testimonianza di alcuni vicini e ora al vaglio degli inquirenti, fatta di liti e scontri continui, facili da sentire nei pomeriggi d’estate, quando le finestre delle abitazioni, separate da pochi metri, rimangono aperte per cercare rimedio alla calura.

La donna avrebbe raccontato di essere stata vittima di un incidente occorso nella propria abitazione, ma potrebbe aver agito per paura o per proteggere qualcuno. Un giallo che potrebbe essere risolto già nelle prossime ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente domestico o aggressione, è un giallo il caso della donna ustionata

LeccePrima è in caricamento