Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Strada Comunale Vecchia di Zollino

Accusa un malore in bici, un’auto la travolge in retromarcia: muore una donna

Una 71enne di San Donato di Lecce è spirata, in mattinata, dopo una disperata corsa in ospedale

Il punto del tragico impatto

SAN DONATO DI LECCE – Se la ricostruzione fosse confermata, si tratterebbe di un dramma nel dramma. Poiché una donna deceduta intorno alle 11, a San Donato di Lecce, avrebbe avvertito un malore prima di cadere dalla bici, per poi essere travolta da un’auto in retromarcia, nei pressi di un negozio di prodotti per l'igiene della casaIMG_3475-2. A colpirla, una Ford C-Max, condotta da un uomo di 39 anni, anche lui del luogo.

Rosa Conte, conosciuta come Rosina, una donna di 71 anni, è l’ultima vittima della strada. E’ spirata dopo una corsa disperata presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, nel quale è giunta in condizioni cliniche molto gravi che non hanno consentito, al personale del 118, di effettuare manovre utili per tenerla in vita. E' spirata a causa di quelle gravi lesioni riportate, e la sua salma è stata trattenuta presso la camera mortuaria del capoluogo salentino, in attesa dell'ispezione cadaverica da parte del medico legale.

Il sinistro è avvenuto nei pressi della via Vecchia Comunale, per cause che sono ora al vaglio degli agenti di polizia municipale. D'intesa con il pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Massimiliano Carducci, gli agenti hanno posto sotto sequestro il veicolo del 39enne e lo stesso mezzo a due ruote condotto dalla vittima, per le successive perizie utili alla ricostruzione dell'incidente. Vi è più di un aspetto amaro nel decesso della donna: diversi anni addietro, la 71enne, vedova, avrebbe perso un figlio e una figlia sempre in occasione di drammatici incidenti stradali. Un epilogo simile che, in questa triste mattinata, ha strappato la vita anche a lei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusa un malore in bici, un’auto la travolge in retromarcia: muore una donna

LeccePrima è in caricamento