Finì con l'auto contro un muro e perse la fidanzata: chiesti 8 anni per il conducente

E’ la richiesta del pubblico ministero nel processo abbreviato ad Andrea Paglialonga. Il 35enne di Aradeo risultò positivo ai test alcolemici e tossicologici eseguiti dopo l’incidente avvenuto il 5 agosto scorso

ARADEO - C’è la richiesta di otto anni di reclusione per Andrea Paglialonga, 35enne di Aradeo, accusato di aver provocato l’incidente nel quale perse la vita la fidanzata Valentina Magliocca 27enne residente a Noha, frazione di Galatina. A formulare l’istanza è stato il pubblico ministero Maria Rosaria Micucci nel processo che si sta celebrando col rito abbreviato, in seguito a una precedente proposta di patteggiamento a tre anni rifiutata dal giudice.

Oggi, dopo il pm, hanno preso la parola gli avvocati di parte civile Carlo e Giuseppe Viva, mentre è attesa per martedì, dopo la discussione dell’avvocato difensore Laura Serafino, la sentenza del gup Michele Toriello.

Era l’alba del 5 agosto scorso, quando l’uomo si mise al volante sotto l’effetto di droga e di alcol, accertarono i sanitari, perdendo il controllo dell’auto (una Punto) che finì contro un muro, ai margini della carreggiata. Seduta al lato passeggero c’era la ragazza, che morì sul colpo. Paglialonga fu arrestato (ai domiciliari, dove è tuttora ristretto), subito dopo il sinistro, avvenuto sulla provinciale 41 che collega Noha ad Aradeo, a 200 metri dal centro abitato di Aradeo.

Stando alle indagini, inoltre, il conducente avrebbe viaggiato ad una velocità superiore (circa 70/90 km/h) ai limiti imposti su quel tratto di strada (30 km/h).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento