Cronaca Via Aldo Moro

Un volo dal ciclomotore dopo la sbandata: grave un ragazzino di appena 14 anni

L'incidente nel primo pomeriggio, a Taurisano. Il 118 ha accompagnato d'urgenza il ferito presso il pronto soccorso dell'ospedale di Casarano

L'ospedale di Lecce

TAURISANO – Sbalzato di sella dopo la sbandata con lo scooter di un amico, finisce in ospedale in gravi condizioni ed entra in coma.  E’ partita la corsa verso il pronto soccorso di Casarano, per tenere in vita P.F., un ragazzino di appena 14 anni (non 12, come riportato nel lancio della notizia). E’ accaduto nel primo pomeriggio, nel centro abitato di Taurisano, poco distante dal mercato coperto, in via Aldo Moro. Il giovane ferito è stato immediatamente soccorso dai passanti, preoccupati sin da subito dall'entità delle lesioni riportate alla testa e al volto. Sul posto sono giunti gli operatori del 118. Il quadro clinico del 14enne ha creato apprensione: è entrato in coma poco dopo.

Accompagnato presso l’ospedale “Francesco Ferrari” della cittadina del baso Salento, in codice rosso, il ragazzino è stato sottoposto ai primi accertamenti sanitari per verificare l’eventuale presenza di lesioni interne agli organi. L'impatto col suolo gli ha provocato diversi traumi nella parte superiore del corpo tanto che i medici hanno ritenuto necessario trasferirlo presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, dove è attualmente ricoverato nel reparto di Rianimazione, in coma, a causa del trauma cranico-facciale che ha rimediato nell'incidente. Sul luogo del sinistro, che non ha dunque coinvolto ulteriori mezzi, gli agenti di polizia municipale per i rilievi, assieme al personale del commissariato di Taurisano. Dell'accaduto è stato avvisato anche il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Maria Vallefuoco.

Da una prima ricostruzione, il 14enne sarebbe stato sbalzato di sella dopo una brusca manovra, forse per scansare un ostacolo o per una distrazione, subito dopo una curva. Sono in corso degli accertamenti sia per stabilire se il ragazzino indossasse o meno il casco, e per verificare la tenuta  dello scooter guidato dal 14enne: gli sarebbe stato ceduto da un amico soltanto alcuni giorni addietro. Sarebbero state rilevate delle irregolarità sul mezzoa due ruote, soprattutto relative al corretto funzionamento dei freni. Si tratta di un prima, frammentaria dinamica, ricostruita dai pochi elementi a disposizione. Complesso e delicato, infatti, l'assemblamento degli elementi da parte degli inquirenti, non disponendo della versione principale sull'accaduto: quella del ragazzino. Che ora lotta, in condizioni disperate, per la vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un volo dal ciclomotore dopo la sbandata: grave un ragazzino di appena 14 anni

LeccePrima è in caricamento