Auto si schianta, muore ragazza. Conducente ferito e in stato d'arresto

E' successo alle 5,45 all'ingresso di Aradeo. Nulla da fare per la giovane che sedeva al lato passeggero. Il conducente ferito. Aveva la patente sospesa. Ed è risultato positivo ad alcool e cocaina

Foto di Antonio Quarta.

ARADEO – Un’altra alba macchiata di sangue sulle strade del Salento, in quella che è diventata, purtroppo, una conta interminabile di vittime, spesso molto giovani. La strage che arriva puntuale ogni estate e che oggi annovera il nome di una giovane donna. Valentina Magliocca aveva 27 anni, era di Aradeo, con residenza a Noha, frazione di Galatina. Ferito nell’impatto il conducente, suo fidanzato: Andrea Paglialonga, 35enne di Aradeo. Grave, in Rianimazione, ma non rischia la vita.

E’ stato trasportato in codice rosso all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. E nelle ore successive, dichiarato in arresto per omicidio stradale. Gli accertamenti sanitari, infatti, hanno fatto emergere positivivtà alle sostanze alcoliche (1,4 grammi per litro) e agli stupefacenti (cocaina). 

L'impatto alle prime luci del giorno

L’incidente è avvenuto alle 5,45 alle porte di Aradeo. Il 35enne era alla guida di una Fiat Punto e stava procedendo sulla strada provinciale 41 che collega Aradeo a Noha. All’improvviso, per motivi ancora da accertare, lo sbandamento. La Punto è andata a schiantarsi contro un muro ai margini della carreggiata, non lontano dal cimitero aradeino. L'impatto della parte anteriore con la parete di pietra è stato tanto violento, da abbatterne una porzione. E per Valentina c’è stato nulla da fare. Seduta al lato passeggero, si è spenta sul colpo.

Video: sul luogo dell'incidente

Sul posto si sono recati gli operatori del 118 e personale medico da Nardò, i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli e i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli e di Aradeo per i rilievi. I sanitari hanno accertato il decesso della 27enne e disposto il trasferimento in ospedale per il 35enne.

Auto non assicurata e patente sospesa

A Lecce è tenuto sotto osservazione medica ed è stato sottoposto a tutti gli accertamenti previsti dal protocollo, con analisi per verificare l'eventuale assunzione di alcolici o stupefacenti. La positività riscontrata ha così condotto all'arresto. Non solo. Il veicolo non era assicurato e lo stesso conducente aveva la patente sospesa. L’autovettura è stata sequestrata. Il pubblico ministero di turno, Maria Vallefuoco, ha disposto il trasferimento della salma presso la camera mortuaria del “Vito Fazzi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo due settimane addietro a Melendugno era morto sul colpo in un incidente dalla dinamica simile, un 22enne del posto. Ancora vivo nella memoria collettiva il ricordo di quella tragedia, e già, purtroppo, bisogna registrarne un'altra. Con l'epilogo dell'arresto che appesantisce ancor di più un'aria già gravida di tristezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento