rotate-mobile
Incidenti stradali

Auto in fiamme sulla statale 101: paura e lunghe code, ma nessun ferito

Decine di automobilisti in transito questa mattina lungo la strada statale 101 Lecce-Gallipoli hanno vissuto interminabili attimi di sgomento quando, all’improvviso, hanno visto stagliarsi di fronte a loro una nuvola di fumo densa e scura. L'incendio sprigionatosi dal una Chevrolet

NARDO’ – Decine di automobilisti in transito questa mattina lungo la strada statale 101 Lecce-Gallipoli hanno vissuto interminabili attimi di sgomento quando, all’improvviso, hanno visto stagliarsi di fronte a loro una nuvola di fumo densa e scura. Hanno quindi rallentato il passo e si sono incolonnate. La nube era dovuta a un incendio divampato all’improvviso intorno alle 10,50, non lontano da uno degli svincoli per Nardò.

Le fiamme si sono sprigionate dal blocco motore di una Chevrolet. Il conducente ha subito accostato sul margine destro della carreggiata. Ha fatto in tempo a uscire, prima che il fuoco avvolgesse il mezzo quasi del tutto. Una situazione molto pericolosa e che per fortuna non ha portato ad altre conseguenze, come incidenti o investimenti, considerando anche la marcia veloce con cui, di solito, viene percorsa da molti una delle principali arterie stradali salentine.

IMG-20141217-WA0006-2Inutile dire, però, che a causa del rogo, dovuto a motivi ancora da chiarire, si sono formate lunghe code e la viabilità è rimasta paralizzata almeno fino alle 11,30. Sul posto si è diretta una squadra di vigili del fuoco dal comando provinciale di Lecce. Le fiamme hanno distrutto tutto il lato anteriore dell’auto, facendo esplodere anche il parabrezza.

Per i rilievi sono intervenuti gli agenti di polizia stradale, anche in questo caso da Lecce. Un episodio di cronaca che avrebbe potuto generare risvolti ben peggiori e che invece s'è risolto con un grande spavento, un'auto da rottamare, ma nessun ferito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in fiamme sulla statale 101: paura e lunghe code, ma nessun ferito

LeccePrima è in caricamento