rotate-mobile
Incidenti stradali Via Taranto

Auto investe pedone: l'ira dei passanti che hanno assistito all'incidente

Tutto è accaduto su via Taranto poco prima delle 13, nell'ora di punta. Fortunamente la vittima, una signora di 64 anni, non ha riportato ferite gravi, ma i pedoni sono ormai esasperati per il comportamento inaccettabile degli automobilisti leccesi

LECCE -  “Se fossi vigile urbano non ci penserei su due volte a ritirare la patente agli automobilisti che non si fermano di fronte alle strisce pedonali”, sbotta un passante. “Altro che ‘police cam’, o come diavolo si chiama, i controlli dovrebbero essere severissimi, a tutela dei ciclisti e dei passanti, che per gli automobilisti leccesi sono come il tiro a segno al luna park”, gli fa coro una signora con le buste della spesa in mano. “Il rispetto per i pedoni in questa città non esiste e ogni giorni si rischia la vita”, rincara la dose un pensionato. 

Sono le considerazioni a caldo dei curiosi che si sono fermati in via Taranto, in piena ora di punta, poco prima delle 13, angolo via Luigi Pappacoda, dove ha sede l’ufficio postale: una donna di 64 anni è stata da poco investita da una “Toyota Corolla”, condotta da un uomo. Che dopo avere travolto la vittima si è fermato.

Fortunatamente la signora non ha riportato ferite gravi, anche se dopo l’urto è stata scaraventata per terra. La sorte ha voluto che la caduta sull’asfalto non le abbia poi procurato contusioni serie. I sanitari del 118 infatti, dopo averle prestato le prime cure, hanno chiuso l’intervento con un codice “verde”. Ma la paura per la donna è stata tanta.a 001-22

La dinamica sull’incidente, ora al vaglio della polizia locale, intervenuta sul posto per i rilievi di rito, non lascerebbero dubbi. Anche perché tutto è stato descritto nei particolari agli agenti da un testimone, una ragazza che ha assistito all’investimento, la stessa che ha soccorso la donna e che si è preoccupata di comporre sulla tastiera del suo telefonino il 118. 

“L’automobilista che ha travolto la signora proveniva da via Pappacoda – racconta – e giunto nei pressi dell’incrocio con via Taranto, ha svoltato a sinistra convinto di trovare la strada libera; e invece, come si può vedere, c'è tanta gente per strada a quest'ora, come la donna che in quel momento stava attraversando la strada, presa in pieno dall'automobilista. La vittima ha sbattuto sul cofano dell’auto e poi è caduta per terra. A quel punto mi sono precipitata a soccorrere la signora e poi ho chiesto l’intervento di un’ambulanza”.

Se ne contano ormai a decine di investimenti di pedoni in città. L’arroganza degli automobilisti leccesi è ormai risaputa, ma forse è il caso che contro questi comportamenti inaccettabili, istituzioni e forze dell’ordine facciano la voce grossa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto investe pedone: l'ira dei passanti che hanno assistito all'incidente

LeccePrima è in caricamento