Bloccato fra le sbarre del passaggio a livello: travolto e trascinato dal treno

All'origine, un'imprudenza di un 70enne di Campi Salentina. Intrappolato, il convoglio delle Fse ha colpito la su Opel Agila. L'uomo è rimasto ferito, ma non in modo grave 

CAMPI SALENTINA – Un’imprudenza che solo per puro miracolo non si è trasformata in tragedia. Sì, perché, dopo essere rimasto bloccato fra le sbarre del passaggio a livello, quell’uomo, R.D. un 70enne di Campi Salentina, non ha fatto nemmeno a tempo – o forse non è riuscito - a scendere dall’auto. Così, mentre era ancora nell’abitacolo della vettura, un’Opel Agila, è stato travolto e trascinato per un centinaio di metri sui binari, prima che il macchinista riuscisse a fermare definitivamente la motrice.

L’incidente è avvenuto nel primo pomeriggio, intorno alle 15,10, all’altezza di un passaggio a livello, quello di strada vicinale Mattiani-Ferrovia, in territorio di Campi Salentina, non lontano da Salice Salentino. E, stando alle ricostruzioni svolte dai carabinieri della compagnia di Campi, tutto sarebbe avvenuto nel momento in cui il conducente dell’Agila avrebbe tentato di passare proprio mentre le sbarre erano in fase di chiusura, tanto da averne anche colpita una (la prima), per poi trovarsi la strada completamente ostruita dalla seconda. In trappola sui binari, con il treno in arrivo.

Video | Sul luogo dell'incidente ferroviario

Il treno in questione è il D41-90728 delle Ferrovie del Sud Est, che viaggia sulla tratta interprovinciale fra Lecce e Martina Franca e che, in quel momento, era diretto a Salice Salentino. Insomma, era quasi in dirittura d’arrivo, quando si è verificato lo spaventoso incidente. E per fortuna, essendo in prossimità di un passaggio a livello, il convoglio si stava comunque muovendo a bassa velocità. Tuttavia, sembra che l’impatto si stato inevitabile, con tanto di trascinamento dell’auto e del suo conducente per un lungo tratto sulla strada ferrata, prima che l’incubo finisse.

A bordo dell’Agila, il 70enne è apparso subito molto scosso e anche ferito, sebbene, come accertato dagli operatori del 118 intervenuti sul posto, non in modo grave. L’uomo è stato condotto in ospedale, al “Vito Fazzi” di Lecce, per accertamenti e la prognosi finale è stata di trenta giorni per fratture multiple alle costole. È ricoverato presso il peparto di Chirurgia toracica. Intanto, sono iniziati anche i rilievi, affidati ai carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia di Campi Salentina. Mentre, per rimuovere il veicolo dal binario, è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco con una squadra e l’autogru.

A bordo, secondo quanto informa Trenitalia, c’erano macchinista, capotreno e dieci passeggeri, tutti rimasti illesi. La circolazione sulla linea Martina Franca–Lecce è stata momentaneamente interrotta nel tratto fra Salice Salentino e Guagnano. Per regolare il traffico, sul posto, anche gli agenti di polizia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento