Schianto sulla provinciale con lo scooter, 20enne muore in ospedale

La tragedia nel pomeriggio sulla strada che collega San Cataldo a San Foca. Alessio Quarta era di Carmiano. Sul posto per i rilievi i carabinieri. E' spirato intorno alle 18 al Vito Fazzi di Lecce

VERNOLE – Una caduta dallo scooter, Yamaha modello X Max, e per lui non c’è stato niente da fare. Alessio Quarta, 19 anni di Carmiano, non è però morto subito. Raccolto da terra dagli operatori del 118, grave ma ancora vivo, è stato trasportato in ospedale, al pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce, in codice rosso. Purtroppo, è deceduto poco dopo.

Ancora scosso dalla scomparsa di Luna Benedetto, morta a soli 16 anni in un tragico incidente avvenuto la sera del 14 giugno, con i funerali celebrati appena due giorni addietro, il Salento si vede costretto a piangere un’altra giovane vita spezzata sulla strada. Questa volta, lungo le vie delle marine di Lecce e Melendugno, sempre più popolate, con le belle giornate. Ma la spensierata passeggiata di un sabato estivo si è trasformata in tragedia, attorno alle 16, quando Quarta, per cause in fase d’accertamento, ha perso il controllo dello scooter ed è caduto malamente fuori strada.

IMG_8467-3

Il sinistro s’è verificato questo pomeriggio, intorno alle 16, sulla litoranea che collega la marina di San Cataldo a quella di San Foca, nei pressi dell’area dell’oasi naturale delle Cesine, non lontano da Torre Specchia. Più o meno nello stesso punto, nei pressi di una curva, dove nel 2016 spirò a soli 22 anni il leccese Dario Loiola

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altri giovani con moto e scooter si sono fermati e hanno chiamato i soccorsi. I sanitari del 118 hanno trasportato il giovane in ospedale e sul posto, nel tratto che collega la provinciale 143 alla litoranea 366, poco dopo la frazione vernolese di Vanze, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce, per i rilievi. Si presume che la caduta sia avvenuta a causa del fondo stradale in quel punto sdrucciolevole. E, come detto, purtroppo intorno alle 18 il ragazzo è spirato, lasciando nello sgomento la comunità di Carmiano, dove la notizia è arrivata ben presto trascinata di bocca in bocca. La salma si trova nella camera mortuaria del Vito Fazzi, in attesa di disposizioni da parte del pubblico ministero di turno, Stefania Mininni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • La collisione, la caduta e la barca che affonda. “Sentivo il risucchio dell’elica”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento