Mercoledì, 4 Agosto 2021
Incidenti stradali Via Cantù

Ciclista contromano sul lungomare: travolto da un'auto, in prognosi riservata

L'incidente alle 6,30 di questa mattina su via Cantù, a Santa Caterina. Alla guida di una Fiat Punto, un gallipolino di 35 anni in zona con un amico per una battuta di pesca. Il ferito, 49enne di Taviano, condotto al "Fazzi". Ha battuto la testa nella caduta

SANTA CATERINA (Nardò) – Un uomo di 49 anni di Taviano, Mario Cazzella, è ricoverato fin dall’alba di oggi presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in prognosi riservata, a causa di un incidente che s’è verificato su lungomare Cesare Cantù, nel pieno di Santa Caterina, marina di Nardò.

Il tavianese è rimasto travolto da un’auto mentre percorreva il tratto in sella alla sua bicicletta. Tuttavia, come accertato anche da un testimone, che è stato ascoltato dagli agenti del commissariato di polizia di Nardò, intervenuti per i rilievi, sembra che Cazzella stesse procedendo contromano, rispetto al senso di marcia.

Tutto è avvenuto intorno alle 6,30 del mattino, quasi all’altezza del noto locale “Barrueco”. Il 49enne stava pedalando. Lungomare Cantù circonda la marina ed è una strada inevitabilmente a senso unico, anche perché ricca d’insidie, dato che piena di curve. Quindi, è lecito supporre che ciclista e conducente dell’auto si siano visti solo all’ultimo momento.

Tant’è. L’impatto è stato rovinoso. Il veicolo, una Fiat Punto, era condotto da un gallipolino di 35 anni che, con un suo amico, coetaneo, si stava recando in zona per una battuta di pesca. Ma l’assolato sabato mattina, per tutti, è stato rovinato da quel tonfo improvviso. Il ciclista è crollato sull’asfalto, battendo la testa. I sanitari del 118 l’hanno condotto in ospedale, a Lecce. Sul posto, gli agenti di polizia hanno ricostruito la dinamica, grazie anche alla testimonianza di un passante.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista contromano sul lungomare: travolto da un'auto, in prognosi riservata

LeccePrima è in caricamento