Incidenti stradali

Scontro fra due auto, donna resta ferita e intrappolata fra le lamiere

A estrarla ci hanno pensato i vigili del fuoco. La 34enne di Monteroni in codice rosso al "Fazzi". Illeso l'altro conducente. L'incidente a Copertino

COPERTINO – Un grave incidente stradale è avvenuto questa mattina, intorno alle 9,30, a Copertino. Maria Grazia Martino, 34enne di Monteroni di Lecce, è ricoverata presso l’ospedale “Vito Fazzi” in prognosi riservata presso il reparto di Neurochirurgia. La giovane donna era alla guida di una Fiat Panda che è rimasta quasi totalmente distrutta nell’impatto con un’Opel Astra, condotta a sua volta da un monteronese. Quest’ultimo non ha riportato lesioni particolari.

L’incidente è avvenuto all’altezza della rotatoria che smista per Monteroni di Lecce e San Pietro in Lama, quasi all’ingresso della cittadina. Sul posto, dopo l’impatto, sono stati costretti a intervenire i vigili del fuoco da Lecce. La 34enne, infatti, è rimasta incastrata nelle lamiere ed è stato necessario usare gli attrezzi per estrarla. Stabilizzata dagli operatori del 118, è stata quindi condotta in ospedale, nel capoluogo, in codice rosso.

Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti gli agenti di polizia locale di Copertino. Stando alle prime constatazioni, sembra che, forse anche a causa del manto reso viscido dalla pioggia mattutina, la donna abbia perso il controllo della Panda proprio sulla rotatoria, girandosi su stessa, e questo, purtroppo, proprio negli attimi in cui stava sopraggiungendo l’Astra che da Monteroni si stava dirigendo verso Copertino.

L’impatto frontale-laterale è stato particolarmente  violento. L’Astra, subito dopo, è andata a finire anche contro il muro di cinta di un’abitazione. Ma mentre il cofano ha assorbito piuttosto bene l’urto, la fiancata della ben meno solida Panda si è accartocciata e la malcapitata vi è rimasta intrappolata e ferita all’interno.

Per Copertino, davvero un momento sfortunato. La sera del 22 dicembre, su un'altra strada, la provinciale che collega Leverano a Nardò, proprio in agro copertinese, s'è verificata la nota tragedia: un giovane alla guida di un Suv ha travolto un cittadino rumeno che si trovava in bicicletta. L'uomo è morto sul colpo e, non avendo documenti con sé, è stato identificato compiutamente solo il mattino dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro fra due auto, donna resta ferita e intrappolata fra le lamiere

LeccePrima è in caricamento