Incidenti stradali

Estate torrida sulla strade: aumentano i decessi e al “Vito Fazzi” è boom di feriti

Dai dati del pronto soccorso del nosocomio leccese si evince un trend in vorticoso aumento: mille e 500 gli accessi in più rispetto all'estate precedente, 38 le vittime. Ben 467 dei conducenti trattati avevano assunto alcol o sostanze stupefacenti

LECCE – I dati sono parziali ma senza dubbio preoccupanti perché indicano un trend crescente. Sebbene il numero di incidenti stradali sia in valore assoluto diminuito rispetto all’estate precedente, i decessi dal 15 giugno al 15 settembre sono stati 38 (7 in più rispetto al 2013) Aumentati considerevolmente anche i feriti con traumi.

Su 20mila 786 accessi al pronto soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce, ben 4mila 476 sono stati i conducenti e passeggeri traumatizzati a seguito di sinistri. Nel 2013 gli accessi furono di più, 21mila 335, mentre i traumatizzati assai di meno, 2mila 976.

silvano fracella-2Colpisce anche un’altra statistica, quella relativa all’alterazione psicofisica: nell’ultima stagione estiva, i conducenti che avevano assunto alcol sono stati 467, quelli trovati con tracce  di sostanze stupefacenti 339. Si sta parlando del 18 per cento del totale, ma il tasso diventa assai più consistente se rapportato alle sole persone alla guida, le sole sulle quali vengono effettuati i test dopo gli incidenti.

I dati sono stati diffusi dall’associazione di volontariato “Salute Salento” e forniti da Silvano Fracella (accanto, nella foto), primario di Pronto soccorso del nosocomio leccese dove di norma vengono trasportati tutti i feriti più gravi, quelli da codice rosso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate torrida sulla strade: aumentano i decessi e al “Vito Fazzi” è boom di feriti

LeccePrima è in caricamento