Giovedì, 29 Luglio 2021
Incidenti stradali

Anziano travolto di notte da un'auto: in prognosi riservata al "San Giuseppe"

Un 87enne copertinese è stato investito da una Fiat 500 condotta da un 32enne a Sant'Isidoro. L'auto è stata sottoposta a sequestro. Il sinistro avvenuto nella notte fra lunedì e martedì. In quel punto non c'erano strisce e l'illuminazione era scarsa. Sul posto commissariato neretino e 118

SANT’ISIDORO – L’unico aspetto ancora da stabilire è a quale andatura procedesse l’automobile, ma saranno le successive indagini ad accertare questo e altri particolari, in un caso avvenuto nella notte a cavallo fra lunedì 21 e martedì 22 luglio.

Erano circa le 23 quando un anziano copertinese di 87 anni è stato travolto lungo la strada provinciale 114 che collega Copertino a Sant’Isidoro, marina di Nardò. L’incidente è avvenuto all’ingresso della frazione marittima. Sembra che l’anziano fosse uscito dalla sua residenza estiva e che stesse per attraversare la strada, quando all’improvviso è stato investito da una Fiat 500 nuovo modello condotta da un 32enne.

L’87enne, D.D., è caduto rovinosamente sull’asfalto. Il giovane ha subito arrestato la marcia ed ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, a bordo di un’ambulanza, e una pattuglia del commissariato di polizia di Nardò. Le condizioni del ferito sono apparse immediatamente molto gravi. Ha riportato diverse fratture ed è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale “San Giuseppe” di Copertino, dov’è al momento ricoverato nel reparto di ortopedia e traumatologia in prognosi riservata.   

Gli agenti del commissariato neretino hanno svolto i rilievi fotografici e planimetrici. Sul posto è intervenuta in seguito anche una pattuglia della polizia stradale (che si occuperà nello specifico di ricostruire tutta la dinamica), per il test sull’alcool, risultato negativo.

Il 32enne era dunque sobrio e, d’altro canto, la stessa polizia ha rilevato come in quel punto l’illuminazione fosse fioca e non vi fossero strisce pedonali. La Fiat 500 è però stata sottoposta a sequestro e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. Un meccanismo automatico, ogni volta che un incidente porti a una prognosi riservata o, peggio ancora, al decesso.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano travolto di notte da un'auto: in prognosi riservata al "San Giuseppe"

LeccePrima è in caricamento