Venerdì, 18 Giugno 2021
Incidenti stradali

Provocò incidente mortale, patteggia un anno di reclusione

Matteo Calcagnile, 27enne di Arnesano accusato di omicidio colposo per aver provocato, in un incidente stradale, la morte di Gianluca Gerardi, 35enne di Monteroni. I fatti nella notte di San Valentino del 2010

 

LECCE - Ha patteggiato una condanna a un anno di reclusione, pena sospesa, Matteo Calcagnile, 27enne di Arnesano accusato di aver provocato, in un incidente stradale, la morte di Gianluca Gerardi, 35enne di Monteroni. L'accusa nei confronti del 27enne era di omicidio colposo commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale. 

Il grave incidente stradale si verificò la notte del 14 febbraio del 2010, intorno alle 23, lungo la via che collega Monteroni a Porto Cesareo, nei pressi del Velodromo degli Ulivi, all'altezza dello svincolo per Magliano, frazione di Carmiano.

La vittima viaggiava a bordo di una Volkswagen Golf, in direzione di Monteroni, quando fu travolta da un'altra Golf, condotta da Calacagnile. Secondo quanto riscontrato dall'accusa, il 27enne viaggiava a una velocità di circa 140 chilometri orari (il limite di velocità era di 50). Calcagnile non riuscì a evitare l'auto di Gerardi. L'impatto fu violentissimo: l'auto della vittima finì fuori strada, andando ad impattare contro il muro di cinta di un'abitazione. Per il 35enne non ci fu nulla da fare e morì sul colpo.

Inizialmente nei confronti dell'imputato era stata ipotizzata anche l'aggravante della guida in stato di alterazione sotto l'effetto di sostanze stupefacenti del tipo cannabinoidi. Il gup Ines Casciaro, che ha emesso la sentenza di condanna, ha però disposto, anche sulla scorta di alcune perizie depositate dalla difesa, il non luogo a procedere per questo capo di imputazione. L'imputato era assistito dall'avvocato Luigi Rella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provocò incidente mortale, patteggia un anno di reclusione

LeccePrima è in caricamento