Si schianta con lo scooter sul palo tornando dal mare. Un 40enne in gravi condizioni

Un fabbro di Nardò è ricoverato nel reparto di Rianimazione del "Vito Fazzi" di Lecce dalla scorsa notte. Dopo lo schianto a Santa Maria al Bagno, ha rimediato gravi lesioni alla testa e ora si trova in prognosi riservata. I rilievi nelle mani degli agenti del commissariato neretino

Foto di archivio

SANTA MARIA AL BAGNO (NARDO’) – E’ finito contro un palo dell’Enel, mentre si trovava a bordo del suo scooter, e ora lotta per la vita nel reparto di Rianimazione. Armando Polo, un fabbro 40enne di Nardò, è rimasto gravemente ferito a seguito di un grave incidente avvenuto intorno alle due a Santa Maria al Bagno, sulle curve che conducono verso la cittadina.In sella al suo mezzo a due ruote, infatti, si è schiantato con violenza contro uno dei tralicci della società di distribuzione di corrente elettrica e ha rimediato gravi lesioni al capo. Soccorso dai passanti, è stato raggiunto immediatamente da un’autoambulanza del 118.

I sanitari hanno scorto sin da subito la complessità del quadro clinico e per l’uomo è partita una corsa in ospedale in codice rosso alla volta di Gallipoli. I medici della struttura “Sacro Cuore di Gesù” lo hanno subito sottoposto agli accertamenti, compreso l’esame della Tac, riscontrando preoccupanti ferite alla testa. Davanti alla gravità delle ferite, è stato disposto il trasferimento presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, dove è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricoverato in prognosi riservata, è tenuto da ore sotto costante monitoraggio da parte del personale del nosocomio. Nella notte, intanto, gli agenti di polizia del commissariato di Nardò, diretto dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, hanno eseguito i rilievi sul luogo del sinistro per tentare di risalire alle cause dell’accaduto nel quale non vi sono ulteriori mezzi coinvolti. Non si conoscono ancora le cause dell'incidente, ma dai primi riscontri sembrerebbe che l'uomo non indossasse il casco. Gli inquirenti hanno eseguito anche una serie di accertamenti, per chiarire l'eventuale assunzione di alcol prima della guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento