Martedì, 15 Giugno 2021
Incidenti stradali

Tamponamento: cinque feriti, uno è grave. Agente positivo all'alcool

Forse lo scoppio di una gomma all'origine di un sinistro prima dell'alba sulla statale 16. Un 27enne di Cursi in prognosi riservata, gli altri portati a Scorrano

Foto di repertorio.

OTRANTO – Cinque feriti, di cui uno in prognosi riservata, su otto coinvolti, patente ritirata per guida con un tasso alcolemico superiore al consentito (sebbene di poco, rispetto alle norme in vigore), e due autovetture distrutte dopo un violento tamponamento. E’ il bilancio di un incidente stradale avvenuto alle prime ore del giorno.

Una tragedia sfiorata

Una tragedia sfiorata, si può dire, vista la dinamica. E’ ancora in fase d’accertamento precisa da parte dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Maglie (intervenuti sul posto con diverse ambulanze del 118 e i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie), ma da quanto ricostruito finora, sembra che tutto sia iniziato con uno sbandamento violento a causa dell’esplosione di uno pneumatico, dal quale n’è disceso un tamponamento.

Erano le 4,30 circa quando, sulla strada statale 16, all’altezza del km 997+200, in territorio di Otranto, una Seat Toledo e una Citroen C3 sono venute improvvisamente in contatto mentre procedevano nella stessa direzione di marcia.  La Toledo era condotta da F.D.D., 24enne di Maglie. A bordo c’erano come passeggeri altri due giovani magliesi: L.M., 25enne  e G.S., 23enne. Al volante della C3 c’era invece D.C., 28enne di Bagnolo del Salento, agente polizia penitenziaria; in auto con lui G.M.C., 27enne di Cursi (il ferito più grave), F.P., 26enne di Bagnolo del Salento, M.M., 25enne di Bagnolo del Salento (militare dell’esercito di stanza in Sardegna e in licenza) e un altro giovane che non è stato generalizzato sul momento poiché all’arrivo dei militari se n’era già andato.

Forse scoppiata una gomma

La Toledo procedeva in direzione di Maglie quando, forse a causa della foratura della gomma anteriore sinistra, ha sbandato. Ormai fuori controllo, ha cambiato traiettoria, spostandosi da destra a sinistra. Proprio in quel momento stava arrivando la C3 che, trovandosi in maniera inaspettata l’altra auto nella sua stessa corsia, ha finito per tamponarla. Il più grave di tutti, come detto, è risultato G.M.C., passeggero della C3: è stato portato al “Vito Fazzi” di Lecce in codice rosso e si trova qui ricoverato in prognosi riservata.

Gli altri feriti sono stati trasportati tutti con codici minori presso l’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” di Scorrano. Sono G.S., l’unico della Toledo a riportare lesioni, e poi F.P., M.M., e lo stesso conducente della C3, D.S., il quale è stato sottoposto agli accertamenti alcolemici. Questi hanno rilevato un tasso di 0.57 grammi per litro. Poco oltre la soglia minima, per l’agente della penitenziaria. Un livello per il quale non scatta la denuncia penale, ma comunque il ritiro della patente.

Lecce- appresa la notizia che un collega nella scorsa notte è stato coinvolto in un incidente stradale alle porte di Otranto con altre 4 persone che  fortunatamente le sue e le altre condizioni dei convolti non destano particolare preoccupazione.

L'Osapp: "Ha bevuto solo uno spritz"

Il vicesegretario regionale dell'Osapp, Ruggiero Damato, sulla questione fa però una precisazione. L'agente coinvolto sarebbe astemio, a quanto risulta alla sigla sindacale di polizia penitenziaria, e da un accertamento risulterebbe che abbia consumato solo una bevanda (sprizt) che per un astemio potrebbe portare al risultato contestato dell'alcol test. "Pertanto va tutta la solidarietà dell'Osapp al collega e tutti i ragazzi coinvolti e le loro famiglie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponamento: cinque feriti, uno è grave. Agente positivo all'alcool

LeccePrima è in caricamento