Martedì, 3 Agosto 2021
Incidenti stradali

Violento impatto tra autovettura e furgone. Un'anziana perde la vita

Doppio incidente in mattinata. Quello più grave, avvenuto sulla via che congiunge Copertino a Galatina, è costato la vita ad una 69enne. Due i feriti. Nel secondo, tra Cavallino e Lizzanello, nessuna grave conseguenza

Foto e gallery di Antonio Quarta.

COPERTINO  - Una tragedia in pieno giorno, quella che si è consumata questa mattina, intorno alle 9, sulla via che congiunge Copertino a Galatina, all'altezza dello svincolo per Lecce. Vincenza Nestola, di 69 anni, ha perso la vita in seguito ad un violento impatto, avvenuto contro un furgone guidato da un uomo. Il mezzo sul quale viaggiava la vittima, una Opel Corsa, era guidata dalla figlia, infermiera presso il reparto di Radiologia dell'ospedale "San Giuseppe da Copertino", rimasta ferita, sembrerebbe non in maniera grave, durante il sinistro. Le due donne viaggiavano in direzione Galatina, per eseguire una visita medica presso il nosocomio nella cittadina. Lo scontro con il camion, ha fatto sbandare il veicolo, che ha terminato la propria corsa schiantandosi contro il guardrail.

L'uomo alla guida del furgone, Antonio Martina, di 76 anni, concittadino della vittima, sarebbe stato invece ricoverato presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, per un trauma cranico.Sul posto, oltre ai sanitari del 118, che hanno potuto fare ben poco per soccorrere la donna, anche i carabinieri della tenenza di Copertino, assieme ai colleghi della stazione di Galatina per rilevare gli elementi e ricostruire la dinamica dell'accaduto. Secondo una prima ricostruzione, la causa dell'impatto potrebbe essere imputabile ad una  mancata precedenza. Sembrerebbe che il mezzo pesante, intento ad immettersi sulla strada provinciale 118, non si sarebbe fermato allo stop travolgendo, inevitabilmente, l'Opel Corsa.

Sempre nella mattinata, inoltre, un altro incidente, fortunatamente meno grave, si è verificato sulla via che congiunge Cavallino a Lizzanello. Un uomo di 36 anni, R.L., originario di Merine, viaggiava a bordo della sua Toyota "iQ" quando, da un sentiero privato di campagna, è spuntata una Ford Fiesta, condotta da M.P., di Lecce. Inevitabile, a quel punto, l'urto tra i due mezzi. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, che hanno dovuto estrarre  il 56enne dalle lamiere contorte, anche il personale sanitario e gli agenti di polizia municipale di Cavallino. Ad avere la peggio, il conducente della Ford: trasportato in ospedale, gli è stata riscontrata una frattura al femore, dichiarata guaribile in circa un mese. Per l'uomo più giovane, invece, tagli all'avambraccio ed escoriazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violento impatto tra autovettura e furgone. Un'anziana perde la vita

LeccePrima è in caricamento