Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

Il tragico incidente intorno alle 21 di sabato sera tra Tricase e la frazione di Depressa. Non ce l’ha fatta il conducente del mezzo a due ruote

Lo scooter della vittima.

DEPRESSA (TRICASE) – Terribile scontro fra un’autovettura e uno scooter: un ragazzo di 28 anni è l’ennesima vittima della strada. Simone Caloro, residente nella cittadina del Capo di Leuca, è stato immediatamente soccorso per poi spirare poco dopo in ospedale, sotto gli occhi impotenti del personale medico. Il drammatico sinistro nella serata di ieri, poco prima delle 21, sulla strada che collega Tricase alla sua piccola frazione di Depressa.

Lo scontro - tanto violento da scaraventare il mezzo a due ruote a diversi metri di distanza dal punto dell’impatto – tra il ciclomotore condotto dalla vittima e una Ford Fiesta, condotta da un 29enne del luogo, rimasto illeso. Corsa in ospedale, invece, per il 28enne sbalzato dal suo T-max. Raggiunto dai sanitari, è stato infatti accompagnato in codice rosso presso il “Cardinale Panico”, dove il personale ospedaliero ha cercato in tutti i modi di salvarg3d7bfa24-2c19-4f46-be2c-89bb07456274-3li la vita. Ma lui non ce l’ha fatta e il suo cuore ha cessato di battere, in una straziante giornata in cui i medici si sono poi ritrovati anche a dover comunicare l'inaccettabile notizia alla famiglia del ragazzo.

Sul luogo, assieme agli operatori del 118, anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase. I militari hanno eseguito i rilievi per stabilire l’esatta dinamica del sinistro anche sulla scorta delle testimonianze di alcuni automobilisti che, con la loro versione, potrebbero fornire dei piccoli contributi agli inquirenti. La salma del ragazzo, intanto, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce. Entrambi i mezzi coinvolti, come prevede la procedura sull’omicidio stradale,  sono stati posti sotto sequestro e il conducente dell’auto invitato ad eseguire i test alcolemico e tossicologico per scongiurare eventuali alterazioni psicofisiche al volante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Giro di armi da fuoco e monopolio imposto sul servizio navette: sei arresti

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento