Domenica di sangue: un 28enne muore dopo lo schianto, grave l'amico

E' accaduto sulla Veglie-Porto Cesareo: il ferito è finito nei campi per evitare l'impatto con una motoape condotta da un 93enne: l'anziano illeso, il passeggero dell'auto non ce l'ha fatta

Il luogo dell'incidente (Foto di Antonio Quarta)

VEGLIE – Un’ennesima domenica di sangue sulle strade del Salento. Un tragico sinistro si è verificato in mattinata, sulla strada che collega Veglie a Porto Cesareo, all'altezza della masseria "La zanzara". Due ragazzi, a bordo di una Mini Cooper, che viaggiava in direzione del borgo ionico, si sono schiantati su un albero secolare, per scansare un secondo mezzo, una motoape condotta da un anziano del luogo.  Il passeggero della vettura, purtroppo, non ce l’ha fatta. L’impatto, tanto violento da ridurre il veicolo in un ammasso di ferraglia, non ha lasciato scampo.

Si tratta di Fernando Gelardi, un 28enne di Campi Salentina. All’arrivo degli operatori del 118, infatti, per lui non vi era più nulla da fare. I sanitari hanno però soccorso il conducente dell'auto: si tratta di Cosimo Ruggiero, 29enne di Campi Salentina.  E' stato accompagnato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce in codice rosso, a causa dei diversi traumi. Le sue condizioni sono piuttosto gravi e al vaglio del personale medico.

L'anziano alla guida della motoape, P.M., di 93 anni, è rimasto invece illeso: è stato accompagnato al pronto soccorso soltanto per un malore causato dalla forte tensione davanti all'accaduto. La sequenza delle fasi che ha preceduto la brutale sbandata è ancora in fase di ricostruzione, ma dai primi riscontri, il 29enne ferito sarebbe uscito fuori strada per scansare il mezzo agricolo: quest'ultimo si sarebbe immesso sulla strada principale, da una via secondaria. Per evitare l'urto, Ruggiero avrebbe fatto ricorso alla brusca manovra, finendo nelle campagne.

Sul posto, per estrarre i corpi dei due giovani dalle lamiere completamente deformate della Mini Cooper, i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie e i colleghi del comando provinciale. I rilievi sono intanto nelle mani dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina. La salma del 28enne, intanto, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell'ospedale leccese, per i successivi accertamenti clinici e giudiziari. Sarà infatti il medico legale incaricato dalla Procura della Repubblica di Lecce ad eseguire l'ispezione cadaverica sul corpo del ragazzo, ennesima vita spezzata dall'asfalto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento