Incidenti stradali Squinzano / Via Cellino

Contro un albero sotto effetto di alcol e cocaina: ferito lievemente, muore l'amico 32enne

Un ragazzo di Cellino San Marco ha perso la vita, questa notte, sulla strada che collega il suo paese a Squinzano. Alla guida della Fiat Panda, il suo amico 23enne. Quest’ultimo è uscito fuori strada, e l’auto è finita contro un olivo. Sul posto, 118, vigili del fuoco e carabinieri della compagnia di Campi Salentina

Foto di archivio (Il pronto soccorso del "Vito Fazzi")

SQUINZANO – Stando a quanto riferito dal suo amico, si era addormentato sul sedile al momento della tragedia. Un ragazzo perde la vita in un tragico incidente, avvenuto questa notte sulla strada che collega Squinzano a Cellino San Marco, nelle campagne della cittadina. Alessandro Spedicati, 32enne nato a Mesagne, ma residente a Cellino San Marco, è deceduto sul colpo ed è l’ennesima, giovane vita che si spegne sull’asfalto.  

Intorno alle 3,30, si trovava sul posto passeggeri dell’auto condotta da un suo amico. L.C., 23enne nato a San Pietro Vernotico e residente a Cellino San Marco. Il ragazzo ha perso il controllo della Fiat Panda all’improvviso, ed è uscito fuori strada. La sua corsa è finita contro un albero di olivo. Nessun’altra vettura stava transitando lungo quella via in quel momento. Sul posto sono stati fatti giungere i soccorsi. I primi a operare sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie, per estrarre i corpi dei due passeggeri. Intanto sono giunti gli operatori del 118, i quali non hanno potuto fare nulla per salvare il 32enne: al loro arrivo era già spirato, a seguito delle gravi lesioni riportate durante il violento impatto. Ai sanitari non è rimasto che constatare il decesso, alla presenza del medico.

La salma è stata trasportata presso la salma del “Vito Fazzi” di Lecce, dove sarà sottoposta all’autopsia quando la Procura della Repubblica di Lecce conferirà l’incarico al consulente. Il conducente, accompagnato presso l’ospedale leccese,  ha riportato alcune lesioni, reputate lievi e giudicate guaribili in circa una settimana. Il giovane, però, è finito nei guai. Al termine delle visite mediche, è stato sottoposto al test alcolemico e a quello per verificare l’eventuale consumo di sostanza stupefacente prima di mettersi alla guida. Oltre ad essere risultato positivo al primo esame, con un tasso di quasi tre volte rispetto a quello consentito dalla legge, è stato anche trovato con tracce di cocaina nel sangue.

I rilievi del sinistro sono stati eseguiti dai carabinieri della stazione di Squinzano, in collaborazione con i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina. I militari dell’Arma hanno anche ascoltato il ragazzo che era alla guida della Panda, che nelle prossime ore sarà deferito per la guida alterata sotto effetto di alcol e droga. Il mezzo, intanto, è stato posto sotto sequestro e resta a disposizione dell’autorità giudiziaria, per i successivi accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro un albero sotto effetto di alcol e cocaina: ferito lievemente, muore l'amico 32enne

LeccePrima è in caricamento