Sangue sulla statale: un'auto prende fuoco, nell’altra muore 58enne

Un tragico sinistro nel pomeriggio, sulla 275, all’altezza di Montesano Salentino. Ad avere la peggio, il conducente di una Multipla. Due i feriti

Il luogo del sinistro. (Antonio Quarta)

MONTESANO SALENTINO – Sangue sulle strade del Salento: un morto sulla statale 275. Tragico il bilancio di un sinistro avvenuto nel pomeriggio, all’altezza di Montesano Salentino, dove un uomo ha perso la vita e altri due sono rimasti feriti.  Ad avere la peggio, un 58enne. Piero Iacobelli, collaboratore scolastico in pensione di Acquarica del Capo. Per lui non c’è stato nulla da fare: i soccorritori, dopo le disperate manovre si sono arresi e hanno potuto soltanto constatare il decesso.

Lo scontro si è verificato tra due vetture. Si tratta di una Fiat Multipla, condotta dalla vittima che viaggiava in direzione sud, verso Leuca e una Renault Clio, con a bordo una coppia di Miggiano che si trovava invece nel senso opposto: questa seconda auto, dopo il violento impatto frontale, ha preso fuoco, fortunatamente senza drammatiche conseguenze, essendo peraltro alimentata a Gpl. L’incendio è stato immediatamente domato dai pompieri del distaccamento di Tricase e i due, marito e moglie, tratti in salvo e affidati alle cure del 118.

Entrambi sono stati accompagnati presso il pronto soccorso dell’ospedale “Cardinale Panico”, rispettivamente in codice giallo e in codice verde: hanno dunque riportato diverse lesioni, ma non ritenute particolarmente gravi.  Si tratta perlopiù di fratture multiple, anche al bacino per la donna. I rilievi, in corso, sono nelle mani dei carabinieri della stazione di Specchia e dei colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase. Stando ai primi riscontri a disposizione degli inquirenti, la Multipla della vittima sarebbe andata a finire a ridosso di un'abitazione, sulla corsia opposta, dunque contromano. In quell'istante, sarebbe poi  sopraggiunta la Clio, senza riuscire ad evitare l'impatto. All'origine della drammatica serata, dunque, con ogni probabilità un improvviso malore accusato dalla vittima. Forse un infarto che lo ha colto così, senza pietà, senza neppure dargli il tempo di percepire il pericolo o la morte.

Il video: i rilievi da parte dei carabinieri della stazione di Specchia

La sua salma, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, sarà trasferita presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Nel corso delle prossime ore sarà l'autorità giudiziaria a incaricare il medico legale, al quale spetterà il compito di eseguire l'autopsia e stabilire che cosa possa essere eventualmente accaduto al corbo del 58enne. I militari dell'Arma, come previsto dalla normativa in materia di omicidio stradale, hanno sequestrato entrambi i mezzi coinvolti per le successive indagini e perizie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento